Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gianmarco Centinaio incrociato da Renzi in Transatlantico: "Ma che avete fatto?", Lega in imbarazzo

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Per un giorno Matteo Renzi da "senatore semplice" è tornato "signore e padrone" della politica italiana, o perlomeno del Pd. Sicuro di sé e baldanzoso, anche di fronte ad apparenti piroette (questo è l'accenno a un governo di corto respiro col M5s per manovra e sterilizzazione dell'Iva, altro che accordo "di legislatura"). Ma non c'è dubbio che sia stato lui, aprendo ai grillini, a mettere in difficoltà Matteo Salvini che non si aspettava questo improvviso e per certi versi imbarazzante ribaltone. Eccesso di sicurezza del Capitano o "consigli sbagliati" (come suggeriscono diversi peones leghisti), l'impressione è che il ministro degli Interni si sia infilato da solo in un cul de sac e che Renzi, volpone, ne abbia approfittato. Tanto che martedì, nel mezzo del trambusto in Senato, riferisce Augusto Minzolini sul Giornale, abbia incrociato il ministro leghista Gianmarco Centinaio e gli abbia rivolto "una battuta al vetriolo", tra lo sconcertato (finto) e il cattivello: "Ma che avete fatto? Vi siete capottati nel parcheggio!". Come dire: la colpa è solo vostra. 

Dai blog