Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Michela Murgia a L'Assedio: "Coronavirus? Spero che duri ancora un po', città più vivibili"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Un clamoroso scivolone, quello della scrittrice Michela Murgia, nemica giurata di Matteo Salvini e sovranisti. Una gaffe da brividi in cui è incappata a L'assedio, il programma su Nove condotto da Daria Bignardi. La scrittrice, infatti, si è augurata in modo esplicito che il coronavirus prosegua nel contagio. La ragione? Grazie al Covid-19, oggi come oggi, le strade sono più vivibili e i mezzi pubblici semi-deserti. Parlando del suo viaggio verso Milano, verso lo studio della Bignardi, la Murgia ha affermato: "Ho viaggiato comodissimamente in un aereo semi-vuoto, sono arrivata in una città senza traffico. Le persone… normalmente non riesco a fare un passo. Può durare un altro po' questo virus? Se il risultato è la vivibilità delle strade, io ci metterei la firma". Attimi di gelo in studio, dunque la Bignardi ha cercato di correggere il tiro della scrittrice: "Diciamo che ci sono dei pro e dei contro...". Certo, una battuta quella della Murgia. Ma di pessimo gusto: si pensi, per esempi, che ad ora il coronavirus ha mietuto 14 vittime soltanto in Italia. Leggi anche: "Assassino della letteratura": Michela Murgia affonda Walter Veltroni

Dai blog