Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Paolo Becchi e il sospetto sulla chiusura delle scuole: "Il governo vuole alimentare il panico?"

Il quasi traditore Becchi

  • a
  • a
  • a

Paolo Becchi su Twitter riprende un sospetto avanzato da Vittorio Sgarbi sul governo di Giuseppe Conte e le mosse durante l'emergenza del coronavirus. "Se fosse vero quanto racconta Sgarbi, e cioè che l‘Istituto Superiore della Sanità aveva sconsigliato la chiusura della scuole, avremmo la conferma del fatto che il governo vuole alimentare il panico nel Paese", chiarisce il professore. La polemica infatti è accesissima: Conte e compagni hanno sempre puntato il dito contro Matteo Salvini, reo - a parer loro - di fare troppo allarmismo. E così, se il critico d'arte ha ragione, i giallo-rossi soffrono di contraddizioni. 

 

 

https://publish.twitter.com/?query=https%3A%2F%2Ftwitter.com%2Fpbecchi%2Fstatus%2F1236273859931840513&widget=Tweet

 

Lo stesso Becchi nei giorni scorsi si era espresso contro il governo Conte. Per lui l'esecutivo approfitta della situazione: "Il parlamento, - scriveva qualche cinguettio fa - deve limitarsi a votare con maggioranze bulgare tutto quello che decreta il governo. Oggi le scuole chiuse in tutta l‘Italia, domani magari persino l’intervento dell‘ esercito. E poi era Salvini l’uomo solo al comando". 

Dai blog