Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

DiMartedì, la lezioncina di Concita De Gregorio: "Che roba è la destra di oggi, quanta modestia"

  • a
  • a
  • a

Alza il ditino, assume voce impostata e inizia la sua lezioncina contro quei brutti e cattivi della destra populista. Si parla di Concita De Gregorio, che teneva banco a DiMartedì di Giovanni Floris, in onda su La7 martedì 2 giugno. Si parlava della protesta in piazza di poche ore prima organizzata da Fratelli d'Italia, Lega e Forza Italia, e la De Gregorio affermava: "La destra è passata dal cavalcare la paura a cavalcare l’irragionevolezza. I politici migliori se ne sono andati ed è rimasto a fare politica il personale più modesto", taglia corto sparando ad alzo zero, riducendo il centrodestra a nulla. E ancora, aggiunge: "I populismi, le nuove destre si nutrono della semplificazione, il veicolo attraverso cui il pensiero viscerale parla. Ma la realtà è complessa non la si può affrontare con la semplificazione", conclude. Che dite, un filino snob?

 

Dai blog