Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ciro Grillo e Berlusconi, Travaglio infamante: "La violenza? Qual è la sua unica sfortuna". L'accusa al Cav

  • a
  • a
  • a

Marco Travaglio in soccorso di Ciro Grillo, il figlio di Beppe Grillo che rischia il processo per violenza ai danni di una ragazza nella sua villa in Sardegna un anno e mezzo fa. A causa dei tempi particolarmente "dilatati", Alessandro Sallusti e il Giornale hanno inserito il rampollo tra gli "indecenti" (gli altri sono i grillini Nicola Morra e Chiara Appendino) e il direttore del Fatto quotidiano fa scattare subito l'allarme rosso.
 

 

 

Nel suo editoriale domenicale, Travaglio si scatena in una serie di riferimenti velenosissimi, ovviamente a Silvio Berlusconi. Ciro Grillo, sottolinea, "è un giovane privato cittadino indagato per presunti reati sessuali, che ha la sfortuna di non essere iscritto a Forza Italia (altrimenti sarebbe un martire del moralismo togato), di non risiedere a villa San Martino (sennò la presunta vittima sarebbe la nipote di Mubarak) e per giunta di essere figlio di Beppe Grillo". Non una parola, ovviamente, su quello ch non torna nella vicenda.

Dai blog