Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Diego Fusaro: "Chi critica Salvini al Papeete è lo stesso che va ai gay pride ignudo e con parrucconi fucsia"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Per Diego Fusaro la presenza di Matteo Salvini al Papeete Beach di Milano Marittima, non è stata una delle scelte migliori del ministro leghista: "La vicenda del Papeete fa pena, è vero. Peccato, però, che molti dei critici siano gli stessi che si esibiscono baldanzosi ai gay pride tra pailettes, fondoschiena ignudi, parrucconi fucsia, travestimenti improbabili e seni scoperti. Il problema è il turbocapitalismo senza etica". Il filosofo fa riferimento a tutti quei membri della sinistra parlante che non sanno fare altro che giudicare senza prima guardarsi allo specchio. Basta pensare a Monica Cirinnà che posava al fianco di Cathy La Torre, ex consigliere comunale di Bologna e attivista Lgbt, la quale indossava, in occasione del gay pride, una maglietta contro la polizia e Salvini. Leggi anche: Diego Fusaro contro Richard Gere: "Ecco perché è salito sulla Open Arms" Sulla prima pagina del "Corriere della sera", Aldo Grasso - fido scudiero del capitale - mi attacca. I cani abbaiano, ma la carovana prosegue. https://t.co/VTGeOmRGN3https://t.co/VTGeOmRGN3— Diego Fusaro (@DiegoFusaro) August 11, 2019

Dai blog