Cerca

Sta saltando tutto

Matteo Renzi, i suoi contro Zingaretti e Gentiloni: "Al Colle per far fallire la trattativa con il M5s"

22 Agosto 2019

5
Matteo Renzi, i suoi contro Zingaretti e Gentiloni: "Al Colle per far fallire la trattativa con il M5s"

"Stupore". Così fonti renziane accolgono le indiscrezioni di stampa secondo cui, durante le consultazioni al Quirinale con Sergio Mattarella, il segretario del Pd Nicola Zingaretti avrebbe posto tre condizioni non negoziabili per dar vita a un governo con M5s. "Non ne sapevamo assolutamente nulla", aggiungono le stesse fonti. Chiederete un chiarimento al segretario? "Noi in questa fase non chiediamo nulla". Ma poi si osserva: "Se si voleva far fallire la trattativa lo si sarebbe dovuto dire subito". 



Insomma, non era questa l'intesa raggiunta all'unanimità dal partito, viene ricordato. Ma come, si ragiona ancora, "incassi l'unanimità della direzione e poi vai alle consultazioni e detti altre condizioni? Onestamente non ne sapevamo nulla, vedremo...". Ma c'è chi, tra i dem, si dice al contrario "non stupito" dell'atteggiamento del presidente del partito, Paolo Gentiloni, oggi nella delegazione salita al Colle. "Che faccia di tutto per far saltare una possibile intesa con i 5 stelle era chiaro". Secondo alcune fonti parlamentari, infatti, sarebbe stato proprio l'ex premier a delimitare i confini delle tre condizioni che Zingaretti avrebbe messo sul tavolo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bdicurz

    23 Agosto 2019 - 07:07

    Il segretario del PD è assolutamente inadeguato a ricoprire questo incarico. Anche uno sprovveduto, non segretario di partito, capirebbe che presentarsi alla trattativa ponendo condizioni inderogabili di fronte a un problema come il taglio dei parlamentari, che è la bandiera dei cinque stelle, senza una frase di mediazione possibile, cioè l'adeguamento della legge elettorale da farsi ad esempio...

    Report

    Rispondi

  • bdicurz

    23 Agosto 2019 - 07:07

    Il segretario del PD è assolutamente inadeguato a ricoprire questo incarico. Anche uno sprovveduto, non segretario di partito, capirebbe che presentarsi alla trattativa ponendo condizioni inderogabili di fronte a un problema come il taglio dei parlamentari, che è la bandiera dei cinque stelle, senza una frase di mediazione possibile, cioè l'adeguamento della legge elettorale da farsi ad esempio...

    Report

    Rispondi

  • Aquileia 15

    22 Agosto 2019 - 16:04

    Il trio Lescano pronto per il circo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Matteo Salvini durissimo con la signora che ha rifiutato l'affitto alla ragazza foggiana: "Una cretina"

Matteo Salvini sicuro su Pontida: "Sarà la più partecipata di sempre. Vogliamo unire il Paese"
"I Conte tornano". Camera con Vista, i retroscena dalla settimana del bis
Nicola Zingaretti, appello al M5s: "Non dobbiamo aver paura di allargare la coalizione alle regionali"

media