Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Claudio Borghi contro il Pd: "Processano Salvini e poi chiedono lo scudo penale con 11mila morti"

  • a
  • a
  • a

Con tutto quello a cui in questo momento si può pensare, il Pd medita sullo scudo penale. La misura proposta dal dem Andrea Marcucci però non include solo i medici italiani che chiedono di essere protetti contro eventuali denunce e azioni legali. Di più, il Partito democratico vorrebbe una tutela anche per le figure amministrative, che cancellerebbe il reato di epidemia colposa. Questo l'emendamento spuntato nel decreto Cura Italia e che ha mandato su tutte le furie Claudio Borghi. Il leghista, sulla sua pagina Twitter, ha commentato così la notizia: "Prima mandano sotto processo Salvini per la Gregoretti... poi ci pensano bene e con 11.000 morti ecco che per loro pensano allo scudo penale". 

 

 

A fargli eco anche l'avvocato Roberto Trussardi, impegnato nel caso di Alzano Lombardo: “Lo trovo inaccettabile – riferisce a TPI – approvare un emendamento del genere significa dare un colpo di spugna ai tre quarti degli eventi che si sono verificati in questo periodo, tranne i casi gravissimi. Se le condotte gestionali o amministrative, anche se eclatanti, non potranno essere perseguite se non c’è dolo, significa che non si potranno perseguire mai”. Ma il dubbio di Trussardi è un altro: "Il ragionevole sospetto è che il vero scopo della norma sia quello di tutelare la direzione politica e gestionale dell’emergenza Covid19, anche perché – come primo effetto immediato – faciliterebbe la difesa dei futuri imputati". Proprio l’Ospedale “Pesenti Fenaroli” è nel mirino con l'accusa, da parte di molte inchieste, di aver nascosto i contagi al suo interno.

 

Dai blog