Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte teme i magistrati, indiscreto in procura: come lo "friggono" per i disastri sul coronavirus

  • a
  • a
  • a

I verbali del Comitato tecnico scientifico desecretati dopo il "no" di Giuseppe Conte potrebbero mettere a rischio il premier. Le sue "colpe" sul coronavirus sono sotto gli occhi di tutti. Sua infatti la decisione di bloccare tutto il Paese, così come sua la scelta di non annunciare la zona rossa di Alzano e Nembro. Per questo Conte teme di essere chiamato da chi indaga e lo ha già interrogato, a spiegare chi lo convinse o chi lo trattenne.

 

 

Non solo, perché come ricorda Il Messaggero, il presidente del Consiglio disse ai magistrati di non aver ricevuto il 3 marzo il verbale del Cts, ma ne conosceva il contenuto anche se il protocollo di palazzo Chigi porta la data del 5. Motivi, questi, che indignano i cittadini di Bergamo, duramente colpiti dalla pandemia, e che Conte prima o poi dovrà spiegare. Chissà però se solo agli italiani o anche ai pm alla stregua di Maria Cristina Rota. Proprio lei lo interrogò sulla mancata zona rossa lombarda mesi fa.

Dai blog