Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sergio Mattarella convoca il Consiglio supremo della difesa: "Stato di guerra", l'ipotesi per contenere la seconda ondata

  • a
  • a
  • a

La domanda sorge spontanea: perché Sergio Mattarella ha convocato il Consiglio supremo della difesa per martedì 27 ottobre? Il Consiglio, organo costituzionale presieduto dal presidente della Repubblica, ha il solo compito di occuparsi della difesa del Paese. A farne parte anche il presidente del Consiglio dei ministri, i ministri per gli Affari esteri, dell’Interno, dell’Economia e delle Finanze, della Difesa e dello Sviluppo Economico e dal capo di Stato maggiore della Difesa. A seconda delle circostanze potrebbero però partecipare alle riunioni anche i capi di stato maggiore delle Forze armate, il comandante generale dell’arma dei Carabinieri, il presidente del Consiglio di Stato, nonché ulteriori soggetti e personalità in possesso di particolari competenze in campo scientifico, industriale ed economico ed esperti in problemi militari.

Eppure la convocazione del Capo dello Stato cade a pennello: secondo Ilgiornale.it, nell'approfondimento di Inside Over, scopo del vertice saranno le conseguenze dell’emergenza coronavirus sugli equilibri strategici e di sicurezza globali. Per la precisione Mattarella e le più alte cariche potranno discutere della possibilità di impiegare le Forze armate, e nella fattispecie l’Esercito, per garantire il rispetto del “coprifuoco” calato sui cieli di alcune regioni.

 

 

Sicuramente, prosegue il sito, verranno discusse le recenti tensioni tra Grecia e Turchia, nonché il posizionamento dell’Italia nell’ancora aperta questione libica. Eppure bisogna ricordare che il presidente della Repubblica, tra le tante funzioni, vanta anche quella di dichiarare lo stato di guerra deliberato dal Parlamento in seduta comune. Visto lo scenario dopo il lockdown sarà un caso? 

Dai blog