Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e Mezzo, Rocco Casalino sotterra Alessandro Di Battista: "Facile farlo adesso, vero?", polveriera M5s

  • a
  • a
  • a

Parla anche di lui Rocco Casalino, di Alessandro Di Battista che ha deciso di lasciare il Movimento 5 stelle dopo la scelta di appoggiare il governo Draghi. Ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7, Casalino, in difficoltà sull’ipotesi illustrata dalla conduttrice di una scissione del partito fondato da Beppe Grillo e Casaleggio, spiega: “Questo è un momento sicuramente molto difficile e particolare e ognuno di noi deve dare una mano al Movimento, abbiamo preso tutti tanto dai Cinque Stelle ma ora è il momento di dare". Insiste: "E' troppo facile andare via adesso che il Movimento è in difficoltà, quando era al 33 per cento tutti stavano dentro”. Quindi la frecciata a Di Battista, "è un amico", sottolinea "e chiedo anche a lui di riflettere. Non è il momento di abbandonare il Movimento ma di restare", perché prevede Casalino, il "Movimento 5 stelle ha una prospettiva molto più lunga del governo Draghi”.

 

 

 

Per quanto riguarda l'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sottolinea Casalino, “è stato un punto di riferimento in un momento difficile ma deve decidersi presto. Lui ha le sue strategie. Attualmente tornerà a Firenze a fare il professore universitario”. Poi, non si sa. Forse diventerà il capo dei grillini ma nulla è ancora detto anche perché sono già molti i cinque stelle che lo hanno presto dimenticato. Il Movimento 5 stelle sceglierà infine il suo leader che potrebbe essere Conte appunto, lascia intendere il suo ex portavoce. Casalino ovviamente ci spera. “Può essere una bella calamita per far riportare a casa un po’ di voti”. 

 

 

Dai blog