Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sanremo 2020, Cristiano Malgioglio e il retroscena: "Al Bano e Romina Power dovevano andare in gara ma lei..."

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Sta vivendo una seconda giovinezza sia per l'energia che impiega in tutto quello che fa, sia per l'affetto incredibile che il pubblico gli regala. Anche martedì sera, il teatro Ariston ha tributato a Cristiano Malgioglio una standing ovation che lo ha commosso. Era in prima fila per ascoltare Raccogli l'attimo, inedito scritto a quattro mani con Romina Power e cantato proprio dalla Power e da Albano Carrisi. Cristiano, come è nata l'idea di questo brano? «Per caso, due anni fa, insieme ad Antonio Summa che è un grande autore. Mi ha proposto questa canzone ma non avevo in mente il testo. Poi, ci ho pensato, ho scritto e l' ho proposto al Volo. Mi sembrava giusta per il trio di tenorini. A loro è piaciuta ma in quel momento avevano altri progetti: stavano per partire per l' America Latina, prodotti dal marito di Gloria Estefan. Così, ci ho rimesso le mani e ho pensato ad Albano e Romina». Perché proprio loro due? «Perché il ritmo della canzone si regge su un botta e risposta che è perfetto per loro, coppia artistica consolidata, nonostante tutto. Allora, ho chiamato Albano e gliel'ho fatto ascoltare, gli è piaciuto e così è nato tutto». Leggi anche: È un Amadeus spacca ascolti. Sanremo, seconda da record. I numeri? Il meglio da 25 anni Come è stato lavorare con Albano e Romina? «Bello e faticoso perché Romina è una donna tosta e un'autrice esigente, alcune parole non le sembravano adatte. Se però avessimo stravolto troppo il testo avremmo snaturato la mia idea e non volevo». Il titolo l'ha scelto lei? «C'è stata una diatriba anche sul titolo. Romina voleva si chiamasse Cogli l'attimo, Albano Carpe Diem. Ho detto no a entrambi, volevo Raccogli l'attimo perché raccogli mi sembrava più intimo di cogli. Tra l'altro, il brano sarà tradotto anche in spagnolo e cinese ma aspettiamo che passi il coronavirus (ride, ndr)». Lei conosce bene Loredana Lecciso, come ha preso questa reunion? «Molto bene. Era contenta che Al Bano e Romina tornassero dopo 25 anni sul palco dell'Ariston con un inedito». Ma è vero che il brano doveva andare in gara? «Sì è vero ma Romina ha detto di no. Allora si era ipotizzato che a cantarla (in gara) fossero Albano e Romina jr. ma il brano era molto più forte cantato dalla coppia che ha fatto la storia della musica. Così è stato». Tra i 24 big chi è il suo preferito? «Sono tutti bravi, ma tifo per Tecla delle "Nuove Proposte" e per Elodie. Ammiro molto il lavoro di Amadeus, perfetto padrone di casa, e anche dell'amico Fiorello, la loro amicizia e sintonia è palese e bellissima». Ha apprezzato la performance di Tiziano Ferro sulle note di Almeno tu nell'universo? «Tiziano è un interprete straordinario e una star internazionale di successo ma alcune canzoni hanno bisogno della voce degli artisti con cui nascono per essere meravigliose». di Antonella Luppoli

Dai blog