Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, la virologa Ilaria Capua contro il governo: "Fermare gli aerei non serve a nulla"

  • a
  • a
  • a

Si sa ancora poco sulle condizioni dei 18 turisti cinesi che, con la coppia di Wuhan infettata dal virus, si trovavano a Roma. In questo momento di incertezza e preoccupazione è utile fare chiarezza sulle contromisure da adottare, ma soprattutto sulle modalità di trasmissione del virus. A tal proposito, la trasmissione L'Aria che Tira - il programma condotto da Myrta Merlino su La7 - ha chiesto spiegazioni scientifiche alla virologa Ilaria Capua. Leggi anche: Coronavirus, il governo lancia l'allarme: "Le mascherine non servono". Cdm, emergenza sanitaria La virologa ci tiene a ribadire l'inutilità delle mascherine ai fini di prevenire il contagio. "Indossare la mascherina - dice - è nella cultura orientale. E' una forma di rispetto, adottata da chi sta male, per evitare di infettare gli altri". La Capua esprime massima fiducia nel personale dell'ospedale Spallanzani di Roma, mentre sull'Hotel Palatino, possibile focolaio italiano del virus, invita alla calma: "Più che agire sull'hotel, serve capire se il gruppo di turisti cinesi è infetto". Se così fosse, infatti, il contagio dentro l'hotel sarebbe già avvenuto. Ulteriori incognite sorgono rispetto al periodo di incubazione del virus, che potrebbe essere più lungo del previsto. Ad esempio, dal momento del contagio il virus potrebbe non manifestare sintomi per 3-4 settimane, salvo poi palesarsi con tutta forza. E' questo, secondo Ilaria Capua, il pericolo maggiore. 

Dai blog