Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Michele Santoro condannato per diffamazione: 30mila euro a Mediaset

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

Una (grande) soddisfazione per Mediaset e Silvio Berlusconi: spennare l'"arcinemico" Michele Santoro. Al teletribuno costa cara un'intervista concessa al Fatto Quotidiano il primo luglio 2011: il tribunale di Milano ha infatti condannato il conduttore di La7, lo scorso 29 maggio, a pagare 30mila euro al Biscione, poiché nell'intervista Santoro insinuava che Mediaset avesse contribuito alla rottura della trattativa tra lui e La7. Nel dettaglio, Santoro, nell'intervista rilasciata a Marco Travaglio e Silvia Truzzi, affermava che "evidentemente c'è stato un intervento esterno per bloccare un terzo polo televisivo (che si è poi realizzato, ndr) che poteva diventare dirompente per il duopolio Rai-Mediaset". E ancora: "Un'azienda, Mediaset, occupa il governo, il Parlamento, le Autorità, la Rai e piega tutto al proprio tornaconto". Frasi improvvide che, oggi, costano caro a Santoro.

Dai blog