Cerca

Sostenibilita

Prevenzione e riciclo dei rifiuti prima della trasformazione in energia

Lo dichiara Edo Ronchi, presidente della fondazione per lo Sviluppo Sostenibile

Sì ai rifiuti utilizzati per generare energia, ma "con cautela, perché il cementificio non è un impianto dedicato al trattamento dei rifiuti"

14 Dicembre 2012

0
Prevenzione e riciclo dei rifiuti prima della trasformazione in energia
Sì ai rifiuti utilizzati per generare energia, ma "con cautela, perché il cementificio non è un impianto dedicato al trattamento dei rifiuti"

Roma, 14 dic. - (Adnkronos) - Il recupero energetico nella gestione dei rifiuti è una delle tecnologie disponibili. Lo dichiara Edo Ronchi, presidente della fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, che all'Adnkronos ricorda che "la direttiva europea finalmente detta una gerarchia che mette al primo posto prevenzione, riutilizzo e riciclo seguiti, prima dello smaltimento, dal recupero energetico che è possibile, si può fare con buone tecnologie e ridotti impatti ambientali", anche se "ovviamente è sempre preferibile il riciclo, anche dal punto di vista del risparmio energetico".

Sì, quindi, ai rifiuti utilizzati per generare energia, ma "con cautela, perché il cementificio non è un impianto dedicato al trattamento dei rifiuti. Adesso - aggiunge - c'è una normativa, ma prima dobbiamo vedere se l'Europa la consentirà, che rende un certo combustibile derivato dai rifiuti non più rifiuto ma combustibile e quindi impiegabile, con determinate cautele, nei cementifici".

"Ovviamente - aggiunge - se si può ridurre l'utilizzo di oli combustibili, di solito non di buona qualità, impiegati nei cementifici attarverso l'utilizzo di un rifiuto trattato e con le dovute cautele, io allora penso che sia auspicabile". Il presidente della fondazione per lo Sviluppo Sostenibile ricorda poi che, per quanto riguarda gli inceneritori (39 quelli attivi in Italia), "si fa molta contestazione prima della loro apertura, ma per questi impianti non mi risulta esserci una contestazione aperta o un sequestro, da parte della magistratura, per motivi ambientali".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media