Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fausto Brizzi, lo sfogo drammatico agli amici: "Adesso chi lo spiegherà a mia figlia"

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

"È un sollievo, certo, ma adesso chi mi restituisce un anno di vita? È stato un massacro per me e la mia famiglia. Un giorno dovrò spiegare a mia figlia Penelope tutto questo". Fausto Brizzi si sfoga così, con gli amici, dopo la decisione del Tribunale di archiviare il suo caso perché il "fatto non sussiste". Le sue parole sono riportate da diversi quotidiani. Tre donne lo avevano accusato di molestie in Tribunale. Per non parlare delle inchieste delle Iene in tv: decine di ragazze che parlavano di quanto fosse sporcaccione durante i provini. Risultato: il suo nome era stato cancellato dal cinepanettone che lui aveva firmato, il cinema lo aveva emarginato, salvo pochi amici che lo avevano difeso. Ma il fatto non sussisteva. E ora chi paga?  Per approfondire leggi anche: Molestie, Cristiana Capotondi difende Fausto Brizzi  

Dai blog