Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Live-Non è la D'Urso, dramma osceno per Dora Moroni: "Sono costretta a vendermela"

Francesco Fredella
  • a
  • a
  • a

L’incidente in auto con Corrado. Tanti anni fa. Poi una nuova vita, tutta in salita. Ma sempre con l’affetto della famiglia e del pubblico. Adesso per Dora Moroni arriva un’altra tegola. L’ennesima. “Sono costretta a vendere la mia casa, ereditata da mia madre, per pagare un debito di 35 mila euro”, racconta in esclusiva A Live-Non è la D'Urso, in onda su Canale 5 domenica 21 giugno. “Devo pagare euro entro un mese e mezzo, come faccio?”, racconta nel salottino di Barbara D’Urso. La Moroni è stata condannata in appello (quindi può fare ricorso in Cassazione) dopo aver intentato una casa contro un medico a seguito di un’operazione chirurgica all’occhio. “Volevo fare l’occhio uguale all’altro, visto che era cieco ma era spostato in esterno. Quindi volevo sistemarlo come l’altro, si trattava di una tecnica diversa. Mi hanno detto che un dottore poteva farlo in maniera molto semplice”, dice la Moroni. La conduttrice promette di aiutarla. “Vedrai che qualcosa succederà”, racconta in diretta. Dora, però, appare molto preoccupata e ribadisce: “La casa me l’ha lasciata mia madre. Io non sono in grado di tornare a lavorare, non riesco nemmeno a parlare”. 

 

 

Dai blog