Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Verissimo, quando Iva Zanicchi massacrò faccia a faccia Donatella Rettore: "Mi disse che ero un'oca, sapete come le ho risposto?"

  • a
  • a
  • a

"Non siamo dive e il pubblico ci ama per questo": Iva Zanicchi e Orietta Berti - ospiti di Silvia Toffanin a Verissimo su Canale 5 - si sono raccontate tra aneddoti ed episodi del passato. Due leggende delle musica italiana a confronto. "Sembravo un maschiaccio da bambina", ha rivelato la Berti, guardando e commentando una sua foto da piccola. Le due cantanti, poi, hanno condiviso con la conduttrice e gli spettatori il segreto del loro successo: "La sincerità, non ho mai tradito il pubblico, forse solo qualche volta. Poi non siamo dive, siamo persone normali vicine alla gente. La diva è appariscente, poi si smonta", ha spiegato la Zanicchi, cui si è aggiunta la collega: "Bisogna avere il carattere giusto per essere dive, noi non lo siamo. Siamo rispettate ancora, siamo cresciute con il nostro pubblico e invecchiate con loro". Le due, inoltre, hanno raccontato del tentativo dei giornali di metterle l'una contro l'altra in passato, senza però riuscirci. In realtà, comunque, non tutte andavano d'accordo. "Una volta la Rettore mi disse che ero un'oca giuliva e le ho risposto che l'oca era lei, perché aveva il collo lungo. Donatella e io siamo diventate amiche poi", ha confessato Iva Zanicchi.

 

 

 

Dai blog