Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cristiano Ronaldo, il portoghese marziano pure dopo l'infortunio: il piano per tornare in campo

Gino Coala
  • a
  • a
  • a

L' infortunio di Cristiano Ronaldo, avvenuto al 28' di Portogallo-Serbia, non solo non preoccupa (lieve lesione muscolare), ma sembra cadere a fagiolo: lo juventino può riposare ed essere pronto per la sfida di Champions contro l' Ajax. Ripercorriamo l' episodio: un lungo scatto sulla fascia sinistra per inseguire il pallone. Poi il giocatore della Juve sente un dolore alla gamba destra e saltella fino alla linea laterale, dove si siede a terra e attende l' arrivo dei medici. Ronaldo chiede immediatamente il cambio per evitare qualsiasi colpo che possa peggiorare la siauzione e al 31' viene sostituito da Pizzi. L' uscita dal campo aveva messo in apprensione tifosi bianconeri e addetti ai lavori, allarmati all' eventualità di non poter disporre del campione portoghese per la sfida di Champions contro l' Ajax il prossimo 10 aprile, ma il diretto interessato ha tranquillizzato tutti: «Non sono preoccupato per questo infortunio e non ho paura, conosco bene il mio corpo. Credo che in una o due settimane sarò a posto». Di certo il fatto che fosse uscito con le sue gambe non lasciava presagire un lungo stop. LESIONE MODESTA Ieri il comunicato ufficiale della Juventus ha in parte confermato queste ipotesi: «Cristiano Ronaldo è stato sottoposto in Portogallo ad accertamenti che hanno evidenziato una lesione di apparente modesta entità ai flessori della coscia destra. Le sue condizioni saranno monitorate e verrà sottoposto a nuovi accertamenti per definire la ripresa dell' attività agonistica». In base a questi primi controlli, CR7 dovrebbe saltare le prossime due gare di campionato: l' anticipo contro l' Empoli (30 marzo) e il turno infrasettimanale a Cagliari (2 aprile). Ancora in dubbio la sua presenza contro il Milan (6 aprile), ma dovrebbe rientrare per la sfida di Champions. A voler ben vedere questo periodo può essere sfruttato al meglio da CR7 e dalla Juve. RECUPERI RECORD Archiviata la questione scudetto - i 15 punti di vantaggio sul Napoli possano lasciare tranquilli i bianconeri - Allegri ha tutto l' interesse a non impiegare Cristiano in campionato. Dall' altra parte il fuoriclasse in 14 giorni sembrerebbe avere tutto il tempo per riprendersi dall' infortunio, ricaricare le battiere e arrivare in perfetta condizione alla super sfida contro gli olandesi. Sulle sue condizioni c' è tanto ottimismo perché Ronaldo ha abituato a battere record anche nei tempi di recupero. Dopo l' Europeo vinto nel 2016, l' attaccante non ha mai accusato stop più lunghi di 15 giorni. Nella stagione 2016-2017 ha avuto 3 stop, superati ognuno con soli 4 giorni di riposo. La paura più grande l' ha vissuta alla fine della scorsa stagione, quando ha subito un infortunio alla caviglia che ha messo a rischio la finale di Champions con il Liverpool. L' ex Real è andato oltre i propri limiti ed ha recuperato in una settimana. di Mariachiara Rossi

Dai blog