Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Serie A, verso la non assegnazione dello scudetto: chi andrà in Europa. Il prossimo campionato? A 22

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Su Libero lo avevamo già anticipato, e quanto accaduto nel corso dell'Assemblea di Lega che si è tenuta martedì 24 marzo in conference call lo va a confermare. La Serie A viaggia verso uno stop definitivo. Le squadre sono spaccate, e il fronte che cresce è quello di chi pensa che il campionato 2019-2020 debba considerarsi finito per potersi così concentrare alla prossima stagione. La decisione definitiva verrà presa a metà aprile. Il presupposto di chi vuole lo stop è che proseguendo si condizionerebbe anche la stagione 2020-21. 

Nella migliore delle ipotesi, se si riprendessero gli allenamenti a fine aprile e concedendo al massimo quindici giorni ai giocatori di ritrovare una forma fisica accettabile, si ripartirebbe il 9 o il 16 maggio andando a fine il campionato entro fine giugno (senza tenere conto dello spazio necessario per le coppe europee). Non convince neppure l'idea Uefa, quella di tornare a giocare a inizio giugno per finire i campionati entro metà luglio e, quindi, chiudere velocemente le coppe. Anche in questo caso la prossima stagione sarebbe troppo condizionata. 

Secondo La Gazzetta dello Sport, ad ora, l'ipotesi più concreta sarebbe quella di non assegnare lo scudetto e cristallizzare le posizioni attuali per le prossime coppe europee. E ancora, non ci sarebbero retrocessioni e la prossima stagione di Serie A sarebbe a 22 squadre, per accogliere le prime due attuali in B, Benevento e Crotone. Nel caso, ci sarebbero però sei retrocessioni per riportare il campionato a 20 a partire dal 2021-2022.

Dai blog