Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Calderoli, battuta infelice: "Uomo più infedele della donna, si accoppia e prende più voti". Gelo in Senato

Le intenzioni di Roberto Calderoli sembravano nobili, ma il senatore leghista probabilmente non ha scelto le parole giuste per esprimerle. In Senato si stavano svolgendo le dichiarazioni di voti sul decreto legge riguardante la parità di genere nelle consultazioni elettorali regionali. Calderoli ha espresso la propria contrarietà con una battuta un po’ infelice: “La doppia preferenza di genere danneggia il sesso femminile perché normalmente il maschio è più infedele. Il risultato è che l’uomo si porta il voto di quattro o cinque signore. E le donne non vengono elette”. Difficile capire la logica di tale esternazione senza che il diretto interessato la approfondisca, di certo c’è che in Aula è calato il gelo: addirittura Ignazio La Russa, che stava dirigendo la seduta, è rimasto di sasso. “Credo che ci avventuriamo troppo…”, ha affermato a bassa voce per poi aggiungere un chiaro gesto di dissenso. In tutta l’Aula si è diffuso un brusio di senatori colti di sorpresa dall’intervento di Calderoli, che di certo ha espresso un pensiero fuori le righe. 

Dai blog