Cerca

Attentato a Brindisi, spunta l'ipotesi
della Sacra Corona Unita

Dietro gli ordigni, secondo fonti investigative, potrebbe esserci "un messaggio" della criminalità organizzata

Dietro l’attentato all’istituto Morvillo-Falcone potrebbe celarsi un 'messaggio' della Sacra Corona Unita. L’ipotesi investigativa prende sempre più corpo a poco più di tre ore dall’esplosione. Negli ambienti investigativi si fa notare che la SCR è un’organizzazione che ha una grande disponibilità di armi ed esplosivo grazie ai collegamenti con la criminalità organizzata dei Paesi dei balcani. C'e da ricordare che il 9 maggio scorso gli investigatori avevano portato a segno un brutto colpo contro la criminalità organizzata arrestando, a Mesagne, 16 persone accusate di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione, porto illegale di armi da fuoco, danneggiamento aggravato e incendio aggravato. L'attentato di oggi, sottolineano fonti investigative, potrebbe rappresentare una sorta di 'strategia della tensione' come quella attuata dalla mafia, tra il 27 e 28 luglio 1993, fuori il territorio siciliano: strage dei Georgofili a Firenze (5 morti); strage in via Palestro a Milano (5 morti) e, infine, le bombe a Roma a San Giovanni in Laterano e a San Giorgio in Velabro (che non provocarono vittime).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eliolom

    19 Maggio 2012 - 15:03

    Bisogna aprire gli occhi e vedere come e con quali persone si e' determinato il risultato elettorale nella citta' brindisina. Figlio di bos ucciso, il consigliere piu' votato. Genero di un altro bos ucciso, 2° consigliere piu' votato. Non voglio addossare a questi la responsabilita' dell'attentato, ma questo risultato dovrebbe aprire gli occhi alla magistratura. La mafia si combatte anche indagando su questi risultati elettorali e poi colpire amicizie, convivenze, protezioni. Questi delinquenti, se saremo capaci, se avremo coraggio, dovranno sentirsi assediati, isolati e vergorgnarsi della loro malvagita'.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    19 Maggio 2012 - 13:01

    vero quanto affermi.Anche se le modalità dell'attentato mi portano a pensare un'altra cosa,su cui al momento non voglio pronunciarmi.Ed è già successA Brescia qualche anno fa.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    19 Maggio 2012 - 13:01

    ma quale Sacra Corona Unita! Solo fumo negli occhi e nelle menti per non pensare ai veri reponsabili di un gesto che non ha precedenti, esattamente come le vicende politiche ed economiche di questi ultimi tempi. Chi si è servito di malavitosi per piazzare l'ordigno non aveva scopi intimidatori ma fini politici: adozione di leggi straordinarie anche sul piano delle libertà personali oltre che dell'economia. Colpire degli innocenti, giovani studenti, per rendere massimo lo sdegno ed il dolore e giustificare a breve l'adozione di misure sempre più restrittive. Il piano si sta realizzando.....

    Report

    Rispondi

blog