Cerca

Futuristi senza futuro

Fini vuole staccare la spina al moribondo Fli

I colonnelli si oppongono ma il fondatore è pronto a sciogliere il partito all’assemblea nazionale di giugno

C'eravamo tanto amati

Pierderdinando Casini (Udc) e Gianfranco Fini (Fli)

 

Uno rappresenta solo se stesso, l'altro non crede più a nulla. No, non è un buon momento per Pierferdinando Casini, Gianfranco Fini e il Terzo polo in generale. Anzi, il Terzo Polo propriamente detto non esiste più. Lo aveva certificato la tornata elettorale del 6 e 7 maggio, lo hanno ribadito i leader in questi ultimi giorni. Oggi, per esempio, il leader dell'Udc ha affondato il coltello: "Io rappresento solo me stesso", ha replicato Casini ai giornalisti fuori da Palazzo Chigi, alla domanda se nell'incontro con il premier Mario Monti avesse rappresentato anche le posizioni di Futuro e Libertà e Api. Il clima tesissimo tra i centristi, unito ai maldipancia del Pdl, non aiuta la tenuta del governo. Monti si sarebbe detto preoccupato per la maggioranza in frantumi, anche se Casini tira indietro la mano: "Questo io non l’ho detto, lo ha detto lei...", ha strizzato l'occhio ai cronisti. 

 

Gianfry disperato - E mentre Pierferdy si guarda intorno, preoccupato che la prematura eclissi del Terzo polo possa azzopparne le ambizioni, Gianfranco Fini disperato deve fare i conti con il collasso di Futuro e Libertà. Ieri l'ufficio di presidenz Fli si è riunito per approvare un documento propedeutico all'assemblea nazionale di giugno. Nero su bianco c'era scritto che doveva escludersi lo scioglimento del partito. Ma lo stesso Fini ha fatto sbianchettare la frase, ammettendo di fatto che la fine della sua creatura è vicina. I suoi colonnelli però non ci stanno: avrebbero preferito l’accanimento terapeutico a una morte ingloriosa.

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ceccopeppe1940

    17 Maggio 2012 - 19:07

    Sono tutti dei truffatori, non mi fido.In questo momento Casini tenta di impadronirsi del PDL(con gli ex AN fuori)aiutato dal DC DOC Pisanu,e probabilmente anche da Berlusconi che vuole solo galleggiare.E'chiaro che Casini deve giocare questa partita in solitario.La frattura nel terzo polo è una simulazione.Se l'operazione non riuscira' per un minimo di dignita' residua nel PDL,allora i cattolicuzzi del Pdl passeranno nell'UDC,anche su CL ci sono pressioni perche' si accodino alla transumanza.Avremo allora un 3' polo bis:UDC+dc exPDL+CL con frattaglie:fini e rutelli.Il" nuovo"gruppo nelle elezioni prossime si coalizzera' col PD,ripetesi PD.A tal fine necessita il mantenimento del presnte sistema elettorale,magari imbellettato con le preferenze.Per ora Monti non cade perche' deve finire il lavoro sporco dei tagli che nessuno dei "politici" vuole fare in prima persona.Dopo i ballottaggi iniziano le danze,Il massacro della lega ,almeno temporalmente, non arriva a caso.Ladroneggio a parte.

    Report

    Rispondi

  • mazimo

    17 Maggio 2012 - 18:06

    Sono davvero comici i bananas che imputano a Gianfranco Fini il disfacimento della destra e non a chi pagava mafia e giudici. E sono spassosissimi quando schiumano reputando un peccato mortale il sospetto di avere, eventualmente, ceduto un appartamento di proprieta' del partito a prezzo di favore ad un parente, ma giustificano a suon di "Embe'?" farsi pagare le case dagli imprenditori a cui si appaltano lavori pubblici, o insediare le proprie concubine su alti scranni politici, locali, nazionali ed europei. Fini ha fatto molti errori imperdonabili, primo fra tutti aver regalato un partito a due cifre percentuali di consenso elettorale a chi la destra italiana l'ha distrutta per davvero, ma se oggi obbrobri giuridici come la legge sulle intercettazioni, la "riforma" della giustizia, il "processo breve" non sono leggi di questa disgraziata Repubblica lo dobbiamo principalmente, forse esclusivamente, a lui. Giu' il cappello e Rispetto!

    Report

    Rispondi

  • marcello marilli

    17 Maggio 2012 - 17:05

    fortunatamente tutti i nodi vengono al pettine , quindi anche per il tulliano di turno . ancora non è alla fine però , il massimo lo raggiungeremo alle prossime elezioni quando (spero tanto)verrà spazzato via dal "non consenso" elettorale .ricordo quando questo "vuoto a perdere " aveva un partito quasi al 16% e ora guarda come lo ha ridotto :; ad un prefisso telefonico . Il grande Giorgio si rivolterà nella tomba difronte ad una simile catastrofe , mai errore fu più grande purtroppo per il vero popolo di destra. si può essere più sfigati di cosi ? per i politici che troppo vogliono questa è la fine , anche dei suoi elettori .

    Report

    Rispondi

  • eliolom

    17 Maggio 2012 - 15:03

    FLI: un ghiacciolo esposto al sole. Un invito: scioglietivi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog