Cerca

Facciamo i calcoli

Se ci cacciano dall'Euro
l'Italia ci guadagna

Se il nostro Paese cambia moneta è la fine dell'export tedesco e inonderemo il mondo con i nostri prodotti

Prima di arrivare a questo la Bce ci ricoprirà di liquidità

«Nessuno può dire se Atene uscirà dall’euro. Potrebbe uscire e  fare default, ma in quel caso non mangerà i soldi a noi, ma all’Fmi e alla Bce perché i privati hanno già pagato caro», diceva pochi giorni fa Ennio Doris, presidente di Banca Mediolanum. C’è un’Italia che non se la fa addosso e che invece vede positivo. Lo stesso Doris ribadiva di  non curarsi dei giudizi di Moody’s: «Io finanzio i miei concorrenti, presto soldi alle famiglie e compro titoli di Stato italiani». Sentendo queste parole viene da porsi una domanda: ma non è che tutto questo allarmismo poi alla fine si concluderà in niente? Se chi ha i soldi - parliamo di miliardi - punta sull’Italia in questo momento di autentica bufera, forse c’è da stare tranquilli? 

Beh, la crisi è comunque seria, perché la speculazione scommette molto sull’incapacità dei politici europei nel trovare una soluzione per proteggere l’euro una volta per tutte. Ma la sensazione, almeno fra i big spender italiani, è che alla fine qualcosa succederà: perché questo accanimento finanziario non può durare per sempre. Primo perché ci vogliono soldi anche per comprare al ribasso, e non sono infiniti. Secondo, la Bce non ha ancora usato la potenza di fuoco di cui sarebbe in grado di disporre: i finanziamenti a tre anni che hanno fatto respirare le banche sono niente in confronto a quello che la Fed mette in pratica da quattro anni a questa parte. Certo, bisogna convincere Angela Merkel nell’accelerare gli Stati Uniti d’Europa, eurobond compresi. Lei tiene duro ma è inevitabile che molli: Obama, il Fondo Monetario Internazionale e Cameron  sono in pressing. Scatenati. Soprattutto gli americani stanno sotto alla Cancelliera: se salta l’euro, saltano le centinaia di miliardi di dollari in derivati che sono in pancia alle banche Usa. Vuol dire default degli Stati Uniti. 

E soprattutto un’Italia fuori dall’euro significherebbe la fine dell’export tedesco. Seppur in difficoltà il Belpaese inonderebbe il mondo con i suoi prodotti. Prima di arrivare a questo scenario la Bce ci ricoprirà di liquidità. Non sarebbe il paradiso, ovvio, ma nemmeno l’inferno. 

di Giuliano Zulin

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • massimo0551

    21 Maggio 2012 - 19:07

    E' corretto pensare che esportando a prezzi bassi saremmo competitivi. Ma quanto pagheremmo le materie prime per produrre ciò che vorremmo esportare con una valuta svalutata? No le pagheremmo molto di +?bah

    Report

    Rispondi

  • opps61

    19 Maggio 2012 - 21:09

    cominciamo da subito, io lo faccio da tempo, preferisco i prodotti italiani, a volte costano un pizzico in + ma non certo confrontati con i prodotti tedeschi. se in Italia non si comprasse più prodotti tedeschi la merkel sarebbe rivoltata in patria, e sono convinto che basterebbero pochi mesi, provate ad immaginare per 4 o 5 mesi nessuno compra più auto tedesche, nessuno entra più in un supermercato lidl il crollo delle esportazioni verso l'Italia dei prodotti tedeschi. secondo me la merkel comincia a preoccuparsi!

    Report

    Rispondi

  • FabriD

    19 Maggio 2012 - 19:07

    Visto che ormai siamo tutti d'accordo usciamo subito dall'euro ... e chiediamo a Prodi e C e alle banche i danni per quanto abbiamo speso in più !!! Tanto la liquidità che ci daranno per non farci uscire ... finirà dritta dritta nelle tasche dei banchieri ... che non ne sborseraanno un centesimo !!! Spartiranno poi il bottino con i politici tecnici, seri e coerenti di turno (quelli del paese di qui e di là !!) ahahahaha E a noi diranno dell spread del default ...e di tutte ste minchiate che servono a fare arrivare hai banchieri gli altri due ipermegaloni di Euro ... con cui comprarsi il mondo intero .. per non essere tristi poveri !!! Il bello e che qualcuno ci diceva che l'euro serve ... ma ha dimenticato di dirci a cosa !!!

    Report

    Rispondi

  • FabriD

    19 Maggio 2012 - 19:07

    Quindi ricapitoliamo, non possiamo stare fuori dall'Euro ... altrimenti finiremo in miseria ... l'euro ha salvato l'Italia ... con L'euro pageremo meno la luce il gas e la benzina !!! Qui più di una domanda sorge spontanea !!! chi sono i fessi che ci hanno raccontato ste palle fino a ieri l'altro ??? Ma se poche settimane fà dicevamo che le tasse sono giuste per non fare la fine della gracia ???? ahahahahahahaha Non bisogna togliere l'euro ... ma i contapalle !!!! Nell'Euro una persona intelligente non ci sarebbe mai voluta entrare ... e tutta sta euforia ... è metà soldi e ragali ... e metà pura incompetenza !!!! Siamo messi male non per la Merkel ... ma per i tanti politici che dopo tangentopoli (vi ricordate vero con Craxi che cinema !!!) hanno solo pensato a riempirsi le tasche ... ed aiutare i potenti !!! E Berlusconi che ha provato a radrizzare il tutto ... è solo anche nel suo partito ... fatto di arraffoni !!!! Chi vuol far bene in Italia ... lo cacciano !!!! E noi si paga !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog