Cerca

Tragedia a Forlì

Studentessa modello si suicida
Indagati i genitori: le vietavano di fare tutto

Studentessa modello si suicida
Indagati i genitori: le vietavano di fare tutto

E’ salita sulla scala antincendio del suo liceo, poi si è voltata di schiena e si è lasciata cadere nel vuoto. Così ha deciso di uccidersi Rosita Raffoni, 17 anni, studentessa modello del classico Morgagni di Forlì. Era stata appena promossa a pieni voti, ma ha deciso di togliersi la vita. Non prima però di aver scritto una lettera durissima in cui ha elencato i motivi del tragico gesto. Le due pagine trovate nello zaino lasciato sul tetto Rosita ha chiesto perdono a tutti per il suo gesto ma ha anche accusato i genitori per le mortificazioni, le proibizioni e le vessazioni alle quali la sottoponevano da anni non ultimo il divieto di proseguire per un anno gli studi in Cina. Il Resto del Carlino riporta la lettera: «E’ un gesto che medito da tempo. Perdonatemi. Il mio disagio interiore è insopportabile». Ma non c'è solo la lettera: gli inquirenti hanno ritrovato anche post, messaggi nei quali la ragazza avrebbe lasciato scritto anche di aver detto più volte alla madre e al padre che si sarebbe tolta la vita («Mi sento in prigione, tutto mi è vietato, posso solo suicidarmi...»), ma questo non aveva cambiato il loro rapporto conflittuale. Nel suo smartphone ci sarebbe anche un lungo monologo, registrato proprio sul tetto della scuola, in cui ribadiva tutta la sua disperazione. Il profilo che emerge è quello di un'adolescente, ha riferito un investigatore al Corsera, «letteralmente disperata, che si sente abbandonata a se stessa». Da qui la decisione dei magistrati di iscrivere la mamma e il papà di Rosita nel registro degli indagati con l'accusa di maltrattamenti psicologici e istigazione al suicidio. Gli inquirenti ora chiedono a conoscenti e famiglia di fornire indicazioni utili a chiarire la posizione dei genitori della studentessa, entrambi cinquant'enni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu_ing

    18 Novembre 2014 - 15:03

    mica era tanto modella? sta qua di sale in zucca non ne aveva proprio per nulla, essere modelli significa sapere tutte le cazzate che ci propinano a scuola? io direi di no! ad ogni buon conto adesso avra' altro cui pensare tra cina iphone ed idiozie varie!.....

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    27 Giugno 2014 - 18:06

    Mia cara Eleonora Locatelli , o lei è zitella oppure le conviene non bere quando scrive e non assumere sostanze stupefacenti che poi spari cazzate a gogo

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    26 Giugno 2014 - 17:05

    evitiamo commenti cretini....io ho 5 figli e quella di sedici anni pur essendo brava come ragazzina , mi si voleva buttare dal balcone perché il telefonino era caduto dietro il mobile letto e non si poteva prendere ...era il 24 di dicembre e io dovevo andare a lavorare in negozio...ditemi voi...ho sfondato il mobile a martellate e glielo dato...ma non era giusto...e cosi ora alle 21 spento tutto

    Report

    Rispondi

  • marari

    26 Giugno 2014 - 16:04

    Quant'è difficile crescere bene i figli! Il rischio è quello di eccedere sempre, o si è lassisti o rigidi, ma quello che forse manca in tutte le storie tristi come questa, è il dialogo .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog

Attilio Barbieri
sds

sds

di Attilio Barbieri