Cerca

Verso il riconoscimento

"La prostituzione è un lavoro", lucciole costrette ad aprire la partita Iva e pagare le tasse

"La prostituzione è un lavoro", lucciole costrette ad aprire la partita Iva e pagare le tasse

Il meretricio è un'attività lecita, quindi chi la svolge deve pagare le tasse: ha sentenziato la Cassazione nel 2010 dicendo chiaramente che è reato lo sfruttamento della prostituzione ma non la "vendita" volontario del proprio corpo. E' per questo che gli ispettori dell'Agenzia delle Entrate di Rimini, come racconta il Tgcom24, trovandosi di fronte casi di donne con cospicui conti in banca giustificati con la prostituzione hanno costretto le lucciole ad aprire la partita Iva e a pagare tasse e contributi sulle prestazioni effettuate. O meglio "servizi alla persona", come recita l'oggetto dell'attività. Il problema è che una volta aperta la partita Iva le sexworkers si sono viste arrivare cartelle esattoriali esorbitanti tra balzelli, contributi ed ovviamente sanzioni. Così hanno deciso di fare ricorso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bernardroby

    06 Maggio 2015 - 03:03

    Se andiamo avanti così , anche un Killer , verra catalogato come uno che fa servizio ad una persona , per di piu e' un servizio definitivo ! Anche lui dovrà pagare le tasse? Ma questi imbecilli che ci governano , vanno ancora a trovare il PaPa ogni tanto ? Appena li hanno eletti , o poco prima di crepare , si fanno il giro con la famiglia, la confessione la domenica , E via, la cacca e' fatta !

    Report

    Rispondi

  • bernardroby

    06 Maggio 2015 - 03:03

    Se lo sfruttamento della prostituzione e'un reato la legge e'incostituzionale , perche prelevare parte del guadagno di una prostituta equivale a fare il pappone . Oppure se il pappone lo fa un privato e' un reato , se lo fa lo stato e' legale? ma ci rendiamo conto da che razza di MARCIONI e parassiti siamo governati ? E poi quella salma di presidente della repubblica riesce a fare qualcosa o no'?

    Report

    Rispondi

  • fossog

    05 Maggio 2015 - 17:05

    pagare le tasse... una politica fatta di avvoltoi a cui le tasse non bastano mai, ha sempre questo come primo obiettivo. Ma se le Lucciole pagano le tasse, RIMARRANO ANCHE PER STRADA ? le vedremo ANCORA sotto le Nostre Finestre a portata dei giovani cui danno esempio ? più che SE pagare le tasse, ai vermi della politica, porrei proprio Questa come domanda. Risponderanno ?

    Report

    Rispondi

  • etano

    05 Maggio 2015 - 14:02

    Intanto si dovrà costituire un sindacato che tuteli queste "lavoratrici" e nel caso specifico vedrei bene la compagna Camusso come responsabile, poi occorrerà stabilire chi è in regola con la cittadinanza perché in Italia il 90 % delle prostitute sia femmine che trans (ci sono anche loro) è straniera e nella maggior parte dei casi clandestina. Come la mettiamo con il Fisco ed Equitalia?

    Report

    Rispondi

    • SSaverio

      05 Maggio 2015 - 16:04

      Il fisco ed equitalia basta che incassano....poi non gliene frega niente da dove provengono o come sono tutelate!!!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog