Cerca

Gioco d'azzardo

Quattro nuovi casinò in Italia. Ma gli attuali 4 perdono 314 milioni di euro

Quattro nuovi casinò in italia. Ma gli attuali 4 perdono 314 milioni di euro

Presto potrebbero aprire quattro nuovi casinò in Italia, quelli esistenti sono in perdita. Nel paese esistono quattro case da gioco: Campione d'Italia, San Remo, Saint Vincent e Venezia. I loro bilanci sono in perdita per 314 milioni di euro ed è bene sottolineare che sono a gestione pubblica.  

I nuovi casinò - Adesso l'associazione che li controlla chiede al governo di aprirne altri quattro, nel centro  e nel sud. I luoghi individuati sono Montecatini in Toscana e Taormina in Sicilia, mentre in Puglia si dovrà scegliere tra Bari e Fasano. L'ultimo sarà aperto a Anzio nel Lazio o a Salerno in Campania. La richiesta che descrive il progetto è stata recapitata al  sottosegretario all'economia con delega ai giochi, Pier Paolo Baretta, che l'ha girata ai Monopoli di Stato. Ora si attende il verdetto.

La politica - La convergenza è trasversale in parlamento. Il ministro dell'interno Alfano caldeggia Taormina, pezzi del Pd vedono di buon occhio l'idea come azione che danneggerebbe la criminalità organizzata, togliendole in business. Anche alcuni senatori di Fi, tra cui Domenico Scilipoti avevano presentato sei mesi fa una proposta affine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jackwarner

    23 Ottobre 2015 - 09:09

    sono passivi,incredibile.Grazie ai pidioti

    Report

    Rispondi

  • gio52

    23 Ottobre 2015 - 03:03

    I casino non perdono semplicemente incassano meno degli anni passati . Incassano meno ma continuano a mantenere ( profumatamente ) tantissimi " impiegati" inutili in tempi di crisi per tutti . nessun privato potra' rilevare i casino' italiani proprio per l'impossibilita' di ridurre i costi

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    22 Ottobre 2015 - 20:08

    se la grstione è pubblica cosa ci si aspettava?

    Report

    Rispondi

blog