Cerca

Ricerca delle università di Milano e Trento

Furti in casa: l'equazione che dice dove colpiranno i ladri

Furti in casa: l'equazione che dice dove colpiranno i ladri

Certo, ci sono i dati delle prefetture e delle questure. E poi ci sono le indagini statistiche, i modelli matematici. E' con questi ultimi che il centro di ricerca Transcrime dell'Università Cattolica di Milano e dell'Università di Trento hanno messo a punto una sorta di "equazione" per stabilire quando e dove è più probabile che si verifichino furti nelle abitazioni.

Il dato complessivo, come scrive il quotidiano Il Giornale, è drammatico: dal 2008 a oggi (cioè dall'inizio della crisi economica), i colpi in casa sono aumentati del 61%. E tra 2013 e 2014 sono passati da 251.422 a 255.886. Le cronache recenti hanno evidenziato come, in alcuni casi, le irruzioni nelle case finiscano in modo drammatico. le città più colpite (in rapporto al numero di abitanti) sono, a sorpresa, non Milano e Roma o Napoli, ma Ravenna, Asti, Torino, Pavia e Lucca.

Lo studio delle università di Milano e Trento permette però di andare oltre le statistiche e permette di evidenziare quali sono i fattori che mettono a rischio un'abitazione e quali i fattori protettivi. Sotto la lente sono state messe tre città: Milano, Roma e Bari. Non sono le case isolate ad essere a rischio nelle grandi città. Gli alti valori immobiliari attraggono di più i ladri perchè aumentano le aspettative di guadagno dei ladri. A Roma i furti sono associati a un'alta presenza di residenti over 70. A Milano e Bari, invece, i furti si sono registrati con più frequenza nelle vicinanze di negozi Compro oro, secondo i criminali un primo punto d' appoggio per tentare di rivendere al più presto la refurtiva. I quartieri più a rischio di effrazioni e scassinamenti sono quelli in cui prevalgono case popolari abbandonate al degrado o situazioni di vario disagio sociale. Sono state così realizzate mappe di rischio che a Milano hanno predetto quasi il 30% dei furti, a Bari il 41% e a Roma il 47%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • libera62

    22 Dicembre 2015 - 10:10

    concordo con stefano.greci

    Report

    Rispondi

  • stefano.greci

    21 Dicembre 2015 - 18:06

    Signor Direttore la prego.... il 95% dei titoli degli articoli sono fuorvianti, rimetta in riga i vari baluba che redigono articoli senza senso.... esempio? porno in inghilterra perchè due si baciano, patonza in primo piano perchè una è in bikini, porno perchè una si tocca una spalla..... ma per piacere... curate i vostri redattori o tra poco non vi resterà nessuno dei vostri lettori on-line.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    21 Dicembre 2015 - 16:04

    I furti aumentano perchè ai delinquenti italiani si sono aggiunti quelli stranieri. Soluzione' Impronte a tutti ( italiani e non) e chi viene beccato galera in romania ( italiani e non). Voglio vedere come un avvocato giustifica le impronte di una persona lungo il tubo del gas da terra al quinto piano fino al terzo piano

    Report

    Rispondi

  • ohmohm

    ohmohm

    21 Dicembre 2015 - 15:03

    W schenghen....tutti che entrano tutti che fanno che ca..o vogliono, ma si sa è la globalizzazione! ma andate tutti a fanc...!

    Report

    Rispondi

blog