Cerca

Ordinaria disperazione

Crisi, tre suicidi in un giorno

Torino, un grossista si spara. Nel pesarese una donna si getta in mare. All'Isola dei Liri un diosccupato si impicca

Crisi, tre suicidi in un giorno

Mentre Mario Monti spiega nel salotto di Fabio Fazio che "la crisi è colpa delle imprese", in Italia continua l'ecatombe dei suicidi. In un solo giorno tre persone si sono tolte la vita: non ce la facevano più, la "crisi" li aveva divorati. I morti si registrano in Piemonte, Emila e Lazio. A Torino un grossista di ortofrutta di 62 anni si è ucciso sparandosi un colpo di fucile alla gola. Una donna di 55 anni, originaria di Bologna, si è suicidata gettandosi in mare nel Pesarese. La terza vittima ad Isola dei Liri, nel Frusinate, dove un uomo disoccupato da mesi è stato trovato impiccato.

Ordinaria disperazione - La donna di Bologna ha lasciato un biglietto nella sua auto, in cui chiede scusa per il gesto, e sottolinea la disperazione per la mancanza di un lavoro. Sul molo da cui si è gettata in mare sono stati trovati barbiturici e una bottiglia di liquore. Il grossista di Torino si è ucciso sparandosi: la convivente che era in casa con lui ha raccontato alla polizia che l'uomo, da tempo, minacciava di togliersi la vita. Era sommerso dai debiti e non sapeva più come fare. Infine l'uomo che si è impiccato all'Isola dei Liri: era disoccupato da tre mesi, con una moglie e un figlio di pochi mesi a carico. Le ragioni economiche del suicidio le ha spiegate in un biglietto.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beatles14

    10 Giugno 2013 - 23:11

    andrebbe fucilato. Se non usciamo dalla morsa dell'euro non ci risolleveremo mai.

    Report

    Rispondi

  • corindia

    03 Maggio 2013 - 17:05

    Non voglio arrivare a dare ragione al filosofo Becchi, pero' certamente il clima che si vive da tre anni a questa parte e' veramente pesante.....Qua una classe politica sta falcidiando una classe media di cittadini che si vedono espropriare i loro beni con uno stillicidio impressionante, fino al bene supremo, quello della vita....Cosi' e' veramente straziante quel manifesto dei parenti di uno dei tanti suicidi, con cui a chiare lettere mettono lo Stato di fronte alla responsabilita' di tutti questi eventi luttuosi...Senza arrivare ad estremismi pericolosi, ci vorrebbe comunque una manifestazione veramente di dissenso da parte di tutti quei cittadini che stanno diventando sempre piu' sottomessi e non protagonisti della vita sociale

    Report

    Rispondi

  • blu521

    16 Aprile 2013 - 16:04

    e il nano faceva bungabunga

    Report

    Rispondi

  • mamex

    mamex

    14 Aprile 2013 - 19:07

    Grazie monti, che ci fai piangere abbracciati....

    Report

    Rispondi

blog