Cerca

Precedente inquietante

Nozze all'estero con un italiano,
ok al permesso di soggiorno
per un gay extracomunitario

Un brasiliano e un genovese si sposano in Portogallo. Dopo una battaglia legale ottengono il ricongiungimento della coppia omosessuale in Italia

Nozze all'estero con un italiano,
ok al permesso di soggiorno
per un gay extracomunitario

Si sposa con un gay e ottiene il permesso di soggiorno. La storia arriva da Genova. Per coronare il loro sogno un genovese e un brasiliano sono volati, sei mesi fa, in Portogallo dove è stato celebrato il matrimonio omo. Dopo le nozze i due sono tornati a casa. Uno in Italia, l'altro in Brasile. Ora però grazie a quelle nozze i due uomini potranno vivere in Italia senza problemi. Per la prima volta gli uffici dell’immigrazione di Genova hanno dato il semaforo verde al ricongiungimento di una coppia omosessuale.

Permesso di soggiorno - L'italiano ha quarant’anni e lavora nel settore dell’intrattenimento, il suo compagno  ha dieci anni in meno e viveva in Brasile, dov’è nato. I due da tempo avevano progettato di vivere insieme in Italia, ma per le leggi italiane, il brasiliano risultava come clandestino. Così i due hanno provato a ricongiungersi a colpi di carte bollate. Da qualche anno, le unioni civili celebrate all’estero, nei paesi dell’Unione dove le “nozze” gay sono state ratificate, e vengono considerate valide rispettando le direttive della Corte europea di Strasburgo che ha sancito la tutela del diritto alla vita famigliare su tutto il territorio Ue. Così è arrivato il "sì" dell'ufficio immigrazione di Genova al ricongiungimento della coppia. Il brasiliano ha ottenuto, di fatto, il permesso di soggiorno. La storia crea un precedente giurisprudenziale al quale potrebbero aggrapparsi altre coppie omo che abbiano celebrato le nozze in un altro paese comunitario. (I.S.)

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcohenrique1994

    27 Gennaio 2015 - 01:01

    Ciao a tutti, Sono cittadino brasiliano e sono sposato in Brasile con un citadino italiano residente in italia, quindi abbiamo sposato fuori della Unione europea vengo informavi che ora è possibile chiedere la carta di soggiorno anche per persone sposate fuori della Unione europe basta che il matrimonio sia accettato (valido) nel paese in cui è stato fatto il matrimonio. Per ulteriore informazion

    Report

    Rispondi

  • marcohenrique1994

    27 Gennaio 2015 - 00:12

    Si può richiedre il permesso di soggiorno anche coppia sposate all'estero al di fuori della unioni europea. Sono di fatto sposato in Brasile e ho ottenuto il permesso al comune di Milano.

    Report

    Rispondi

  • Shyoga23

    23 Luglio 2013 - 16:04

    fotografo di moda negli USA? Una passiva maschia con i fiocchi!! XD

    Report

    Rispondi

  • antoniofasano

    22 Luglio 2013 - 10:10

    non hanno fatto caso a un passaggio dell'articolo: "e vengono considerate valide rispettando le direttive della Corte europea di Strasburgo che ha sancito la tutela del diritto alla vita famigliare su tutto il territorio Ue." Ovvero un matrimonio "gay" celebrato in uno dei paesi dell'Unione stabilisce che i due sposi o le due spose sono una famiglia. E la Corte Europea ha sancito per TUTTI il diritto alla vita famigliare. Insomma, scemotti, la Questura di Genova ha solo applicato la legge. è passato inosservato quello che l'articolo, sia pure in sordina, ha precisato:

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog