Cerca

CAV FORZA NOVE

Berlusconi dice no per il Prof al Colle:
"E' uno finto", e su Fini: "Ha avuto un premio per mollarmi"

Dopo lo show trionfale da Santoro il Cav esulta: "Con me in campo stiamo recuperando terreno". Stoppa il Prof al Colle e attacca Fini: "Era il mio successore ma ha preferito lasciarmi..."

Berlusconi dice no per il Prof al Colle:
"E' uno finto", e su Fini: "Ha avuto un premio per mollarmi"

Il day after per Silvio Berlusconi è trionfale. Il Cav si ritrova con il vento in poppa grazie a Michele Santoro. Ora Silvio guarda avanti e in un'intervista all'Adnkronos parla senza freni su tutto. Su Monti e le sue alleanze il Cav non cambia opinione: "Monti si accorgera', se non se ne e' ancora accorto, di che personaggi sono Fini e Casini e di che opportunismo siano dotati. Monti si e' messo con la coppia peggiore della vecchia politica. Casini e Fini sono li' da trent'anni. Il centro di Monti non ha possibilita' di diventare maggioranza. Al massimo farà ruota di scorta alla sinistra. Da come si è comportato, dai risultati del suo governo, devo dire che il Monti che conoscevo io era un Monti finto".

Sondaggi alle stelle -  Poi il Cav parla anche della puntata di Servizio Pubblico dove è andayo in onda lo show con Michele Santoro: "A Santoro avevo detto prima dell'inizio della trasmissione che avrebbe fatto il record. Un ascolto cosi' alto da Santoro davvero non me lo aspettavo. Un buon ascolto era certamente atteso ma non cosi' alto". Berlusconi sale nei sondaggi e lui lo sa bene: "20 giorni fa i sondaggi ci davano al 14% ma con un risultato tra il 9 e l'11 % se non fossi tornato in campo. Con la mia discesa in campo i sondaggi ci danno oggi oltre il 30 per cento". 

Via l'Imu e Fini ha avuto un premio - Silvio Berlusconi parla anche del suo programma e a Bersani che aveva promesso un abolizone dell'Imu solo per alcune fasce di reddito lui risponde così: "Noi l'Imu la toglieremo completamente e inoltre cambieremo la Costituzione e porremo fine alla politica tedesca del governo Monti. Con noi ia Imu su prima casa, no patrimoniale,no Iva,azzeramento entro 5 anni di Irap, diminuzione pressione fiscale di un punto anno. C'è atmosfera di violenza nei confronti del contribuente. Nostro obiettivo sono aliquote al 23% e al 33%". Infine Berlusconi parla anche di Gianfranco Fini: "Era mio successore, ma è andato via per creare piccolo gruppo di 30 parlamentari. Perché? Andavo regolarmente a baciare la pantofola alla terza carica dello Stato. Non c'erano motivi ragionevoli per scissione con Fini. Evidentemente gli hanno promesso un qualche premio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilsaturato

    11 Gennaio 2013 - 17:05

    Questa nullità è sempre stata affetta allo stesso tempo da complesso di inferiorità e da mitomania. Come tutte le persone invidiose e livorose ha brigato per scavalcare con la violenza e il tradimento chi vedeva essere inarrivabile per i suoi scarsissimi mezzi e al tempo stesso è stato evidentemente e facilmente blandito, adulato spinto a mettere in crisi una maggioranza che avrebbe potuto rivoltare finalmente come un calzino questa nostra bellissima Italia per quanto riguarda le cancrene che la paralizzano dal dopoguerra. In tutto questo, Fini e i suoi lustrascarpe, hanno abboccato probabilmente a mille promesse e a mille "aperture" che gli hanno (facilmente...) fatto credere di essere il cardine d'oro su cui avrebbe ruotato qualsiasi politica per i prossimi 10 anni. Beh, si è visto cosa hanno ottenuto, hanno fatto il gioco sporco dei catto-comunisti che adesso non ci stanno pensando neanche un secondo a macellarli. Bene! Almeno ci sarà qualche traditore in meno in Parlamento.

    Report

    Rispondi

  • ilsaturato

    11 Gennaio 2013 - 16:04

    Vede Presidente, dicendo che il Monti che conosceva lei era finto è un giudizio "benevola" che presuppone al massimo falsità e scaltrezza opportunista... Monti non è né finto né scaltro è semplicemente un involucro per una macchina da guerra che è stata e viene "programmata" in base alla strategia che si vuole persegua. La programmazione originale è stata fatta nelle stanze del potere finanziario internazionale con un buon contributo tedesco, e poi è stata configurata-sfruttata e aiutata dai nostri "sinceri democratici" che hanno approfittato della situazione senza farsi il minimo scrupolo di contribuire al tentativo di annientamento dell'Italia con tutti noi Italiani dentro. L'importante per loro era, come al solito, che la macchina era "contro" Berlusconi e ciò bastava e avanzava. Per i kompagni, l'Italia è solo un buon posto dove arraffare potere e sperimentare nuovamente una visione della società che ha fallito ovunque e nella storia... ma ancora, a loro cosa importa?

    Report

    Rispondi

  • encol

    11 Gennaio 2013 - 16:04

    Se era il Tuo successore in pectore l'abbiamo scampata bella. Se continui così per altri 30gg sei un mostro di caparbietà e coraggio, Ti auguro di farcela-

    Report

    Rispondi

blog