Cerca

Il commento

Cicchitto su Andreotti: "Mediò con la mafia tradizionale, ma combatté quella dei corleonesi"

Il politico del Pdl mette così in risalto le doti diplomatiche del Divo. "Per lui la mediazione era l'essenza della politica", ha quindi aggiunto

Fabrizio Cicchitto

Sono stati in tanti, tra i politici, a commentare la morte di Giulio Andreotti, scomparso oggi lunedì 6 maggio. E non poteva essere altrimenti visto che parliamo di una personalità che, piaccia o meno, ha avuto una forte influenza sulla politica italiana per oltre cinuant'anni. Un coro unanime di dichiarazioni che ha evidenziato, in modo particolare, la sua abilità da mediatore, il suo aver saputo trasformare l'arte del compromesso in virtù governativa. Questa sua caratteristica, che forse è stato il suo tratto distintivo, è stata sottolineata, tra gli altri, anche da Fabrizio Cicchitto, dirigente del Pdl tra i più illuminati con trascorsi da socialista craxiano, che a proposito di Andreotti ha dichiarato: "Per lui la mediazione era l’essenza della politica e andava esercitata con tutti, dal Pci ai grandi gruppi economico finanziari agli alleati politici fino anche alla mafia tradizionale, mentre invece condusse una lotta senza quartiere contro quella corleonese". Parole, quelle riferite alla mafia, che di certo non mancheranno di far discutere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • perfido

    07 Maggio 2013 - 12:12

    quand'anche fosse vero, su di una persona passata a miglior vita, si dovrà aspettare di raccogliere tre volte tanto, quella quantità di melma. Vergognati Cicchitto.

    Report

    Rispondi

  • bizio49

    07 Maggio 2013 - 08:08

    é ciò che lascia la Sua scomparsa, l'Uomo dalla dialettica stringata,incisiva e graffiante come la punta di diamante,Uomo di Stato,politico puro, ultimo Pezzo di una Generazione che in molti, visto chi li sostituisce, rimpiangeremo..... tanto non riposerai in pace, ci farai fischiare l'orecchie.

    Report

    Rispondi

  • eliolom

    06 Maggio 2013 - 21:09

    Andreotti e' stato un grande mediatore della politica.Agli smemorati della politica, che della politica conoscono solo la contrapposizione, ricordo l'abbraccio che ebbe con il Gen. Graziani, al termine di un comizio tenuto dal generale, per il msi, in un paesino laziale. Gesto che porto' Andreotti ad essere sempre ben apprezzato dal msi.

    Report

    Rispondi

blog