Cerca

Flussi indesiderati

Profughi, tornano dalla Germania
L'Italia gli aveva dato 500 euro per andar via

Profughi, tornano dalla Germania
L'Italia gli aveva dato 500 euro per andar via

Li avevamo mandati in Germania dando loro 500 euro a testa per risolvere l'emergenza profughi seguita alla guerra in Libia, adesso ce li riprendiamo gratis. Enrico Letta avrebbe dato la sua disponibilità a riprendersi indietro i profughi africani partiti nel mese di marzo dal nostro Paese verso la Germania. La notizia è riportata dal settimanale Bild che rifersice una dichiarazione del portavoce dle ministero degli Interni tedesco: "Abbiamo la promessa che l'Italia si riprenderà i profughi". A partire dal primo marzo ai profughi che hanno lasciato i centri di accoglienza è stato dato un contributo di  500 euro, un titolo di viaggio equipollente al passaporto e il permesso di soggiorno per motivi umanitari. Il documento permette agli stranieri di spostarsi anche in altri Paesi europei dell'area Schengen, ma solo per tre mesi. Ecco quindi che i migranti tornano in Italia. 

Le polemiche - Gli immigrati sono circa un migliaio e si trovano tra Amburgo e Monaco di Baviera. Il giornale sottolinea che comunque ad accollarsi le spese di viaggio in aereo dovranno essere i laender tedeschi nei quali i migranti sono nel frattempo giunti, poichè "in caso di ritorno in bus o in treno c'è il rischio che scendano lungo il percorso". Il quotidiano apre la sua prima pagina con il titolo di scatola "L'Italia ci manda i profughi dall’Africa" e parla di "un incredibile procedimento", sottolineando che "l'Italia avrebbe fornito a 5.700 profughi dall’Africa del nord 500 euro ciascuno e documenti di viaggio con validità limitata affinchè lasciassero il Paese". Nel frattempo il ministro dell’Interno bavarese, Joachim Herrmann (Csu), afferma che "il comportamento del governo italiano è inaccettabile!", con Bild che riferisce le dichiarazioni di un profugo dalla Nigeria, Asuquo Udo, 48 anni, che prima di arrivare ad Amburgo era stato in un centro di accoglienza nei pressi di Matera ed ora afferma che "quando il centro venne chiuso, mi sono stati dati 500 euro per andare in un altro Paese europeo". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aldogam

    31 Maggio 2013 - 11:11

    Vorrei capire su quali basi la Germania può espellere questi immigrati, visto che pari diritto a noi è negato dai carrozzoni UE ed ONU. Hanno scelto di andare in Germania, bene, o se li tengono o li rimpatriano a casa loro. Intanto UE, ONU e Boldrini tacciono.

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    31 Maggio 2013 - 10:10

    Ma questi soldi , non per fare il "genovese" ce li restituiscono ?? Ma perche' non li mandiamo a lavorare nei paesi dove c'e' da ricostruire dopo il terremoto ? O ad aggiustare le strade dissestate ? Che paese e che politici poco pratici nelle decisioni.

    Report

    Rispondi

  • gianfrancorcz

    31 Maggio 2013 - 08:08

    ma stiamo scherzando?500 euro a quella gentaglia! quando in italia c'è gente che muore di fame!!!cazzo ...a calci in culo e a casa loro!!!!non se ne può più!!!

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    31 Maggio 2013 - 00:12

    bisognerebbe unire le forze per rimpatriare tutta questa merdaglia che sta devstando la qualità di vita faticosamente costruita in UE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog