Cerca

Intervista a SkyTg24

Pdl, Alfano: "Berlusconi sostenga Letta anche dopo decadenza poi sarà il prossimo candidato premier"

Alfano e Berlusconi

Alfano e Berlusconi

Un Cavaliere in freezer. E' il ruolo che Angelino Alfano sembra prospettare per Silvio Berlusconi: toni morbidi, complimenti, rispetto per il "padre" del centrodestra, ma consapevolezza che il futuro è di altri. E quel "Berlusconi sarà candidato premier al prossimo giro" sa più di contentino che di prospettiva reale. Perché nel frattempo Alfano, intervistato da Maria Latella su Sky Tg24, chiarisce che non si può tornare al voto adesso. Con realismo, e senza giri di parole, l'ex segretario del Pdl e capo delle colombe azzurre spiega di aver "posto il punto che nel 2014 Silvio Berlusconi possa dimostrare la propria innocenza e poi, al prossimo giro, possa essere lui il nostro candidato premier". La prospettiva, dunque, è quella di arrivare al 2015 con questo governo (di cui Alfano è vicepremier) anche perché "in tutti i casi arriverà l'interdizione" per il Cavaliere. Per 2 anni Berlusconi dovrà star fuori dalla politica, e dalla prossima primavera dovrà trascorrere un anno ai servizi sociali. "In caso di urne anticipate saremmo senza leader", ribadisce Alfano rispondendo al pressing di falchi e lealisti, che vorrebbero rompere con le larghe intese.




Fiducia a Letta anche con la decadenza
- L'auspicio di Angelino è che anche quando in Senato si voterà la decadenza di Berlusconi il Pdl si schieri il più compatto possibile in favore della fiducia a Enrico Letta, Alfano e a questo strano esecutivo. "Siamo convinti che Berlusconi abbia preso la strada giusta nel distinguere i due piani", ha spiegato Alfano in relazione al voto favorevole al governo dello scorso ottobre. "Da allora il Pdl ha guadagnato sette punti". Anche se a livello di compattezza quel partito non esiste più. In ogni caso, Alfano si dice convinto che sull'atteggiamento da tenere sulla decadenza Berlusconi "stia ancora riflettendo" e che si possano distinguere "la questione giudiziaria" dalla vita del governo. "Chi dice Andiamo a votare subito non dice che questo vuol dire che andiamo a votare senza il nostro campione" ("Berlusconi dovrebbe fare il senatore a vita per la sua carriera di imprenditore, uomo di sport e per aver governato l'Italia", aggiunge il vicepremier). Lo schema dunque è semplice: attendere che Berlusconi non sia più incandidabile e poi tornare al voto. In mezzo passerebbero almeno 2 anni, e molte cose anche nel centrodestra potrebbero cambiare, a favore di Alfano. 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pclaudio

    11 Novembre 2013 - 02:02

    Sostieni Letta, mi raccomando. Com'è che ti eri definito? "Sentinella antitasse"? Che pezzo di stronzo. E il bello è che, se tutto va bene, alle prossime elezioni una cadrega la rimedi pure. Il Sud una manciata di clientele non le nega a nessuno, come confermato dall'ultimo capolavoro comico del Pd, le primarie. Mi spiace per Berlusconi, ma un centrodestra complice della dittatura dell'euro e stupidamente alleato ai suoi carnefici non lo voterò mai più, manco sotto tortura. Dirò di più. Io ho già lasciato l'Italia in preda al disgusto e all'amarezza. Tornerò soltanto nell'improbabile caso che il Nord si svegli e rivendichi la secessione da uno Stato parassitario, vessatore, marcio fino al midollo, animato dalla costituzione più brutta e ipocrita del mondo e dalle sue "degne" emanazioni istituzionali.

    Report

    Rispondi

  • Romano_1939

    10 Novembre 2013 - 23:11

    Di questo tizio oramai ne sono state dette di tutti i colori in negaivo naturalmente e penso che siano state tutte coltellate giunte a segmo e che il soggetto ricevente non possa che prenderne atto e scegliere in questo modo come comportarsi politicamente cioè decidersi se stare a destra o a sinistra ma costui essendo ex dc sceglierà senzaltro di stare al centro così al momento opportuno potrà girare il capo dove si respira aria di vittoria Ultima frase che il cav dovrà indirizzare al soggetto in questione, dovrebbe essere come quando giulio cesare fu accoltellato e scoprendo che fra gli accoltellatori vi era suo figlio ebbe a dire allo stesso : BRUTO ANCHE TU FIGLIO MIO ed il cav dovrà dire: Al - fini anche tu figlio mio mi accoltelli E per finire dico:komunista alfano politicamente ......

    Report

    Rispondi

  • Romano_1939

    10 Novembre 2013 - 23:11

    Di questo tizio oramai ne sono state dette di tutti i colori in negaivo naturalmente e penso che siano state tutte coltellate giunte a segmo e che il soggetto ricevente non possa che prenderne atto e scegliere in questo modo come comportarsi politicamente cioè decidersi se stare a destra o a sinistra ma costui essendo ex dc sceglierà senzaltro di stare al centro così al momento opportuno potrà girare il capo dove si respira aria di vittoria Ultima frase che il cav dovrà indirizzare al soggetto in questione, dovrebbe essere come quando giulio cesare fu accoltellato e scoprendo che fra gli accoltellatori vi era suo figlio ebbe a dire allo stesso : BRUTO ANCHE TU FIGLIO MIO ed il cav dovrà dire: Al - fini anche tu figlio mio mi accoltelli E per finire dico:komunista alfano politicamente ......

    Report

    Rispondi

  • er sola

    10 Novembre 2013 - 23:11

    Angelino deve abbassare la cresta, anche perché non ce l'ha. Ultimamente sta dimostrando di essere troppo attaccato alla poltrona come gli altri ministri del PdL. Questo non va bene perché questo governo deve andare a casa con i suoi ministri sballati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog