Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Colle costa il doppio di Buckingham Palace

Ma nel piano di spending review di Mario Monti non sono previsti tagli agli sprechi della sede della presidenza della Repubblica

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

Il nostro Quirinale è il più costoso al mondo. Il dato ormai è noto: con i suoi 224 milioni di euro di spese costa quattro volte Buckingham Palace. La notizia che il Colle è stato escluso (al pari del Parlamento) dalla lista degli enti le cui spese potranno essere tagliate nel progetto di spending review risulta così ancora più indigesta. Il confronto con gli altri paesi è infatti imbarazzante: il Quirinale costa il doppio dell'Eliseo francese e otto volte il cancellierato tedesco. In dieci anni i costi del Colle si sono gonfiati del 91 per cento: fatta la tara dell'inflazione, l'aumento netto equivale al 61 per cento. La denuncia su Libero - Lo scorso luglio, sulle pagine di Libero, il vicedirettore Franco Bechis aveva denunciato che la spesa per i beni e i servizi era aumentata di 300mila euro (il Quirinale si giustificava puntando il dito sulle spese sostenute per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia). Ma nonostante tutto il Colle ha a bilancio ancora 228 milioni di euro, e per il 2012 sono prevista 245,3 milioni di spese. Per farsi un'idea più precisa, è necessario sapere che la Casa Bianca costa 136,5 milioni di euro, l'Eliseo 112,5 e Buckingham Palace 57 milioni. Cifre nemmeno comparabili. Ma nonostante ciò neanche nei giorni della cosiddetta spending review si riusciranno a ridurre gli sprechi del Quirinale.

Dai blog