Cerca

Bergoglio in campo

Papa Francesco, inaudito in Vaticano: "Troppo comunista? No...". Appello politico: una bomba su Pd e M5s

16 Settembre 2019

5
Papa Francesco, inaudito in Vaticano: "Troppo comunista? No...". Appello politico: una bomba su Pd e M5s

"Pregate per i governanti e per i politici, perché possano portare avanti dignitosamente la loro vocazione". Papa Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta, ripresa dopo la pausa estiva, riserva un messaggio tra le righe che sembra diretto a Pd e M5s. Come riporta Vatican News, riflettendo sulla Prima Lettera di San Paolo apostolo a Timoteo, il Pontefice osserva come si esorti "tutto il popolo di Dio" a pregare, in una "richiesta universale": si facciano "senza collera e senza polemiche", evidenzia Francesco, "domande, suppliche, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini" e al contempo "per i re e per tutti quelli che stanno al potere" affinché conducano "una vita calma e tranquilla, dignitosa e dedicata a Dio". 



Di fronte a chi pensa che quel politico sia "troppo comunista" o "un corrotto" , Bergoglio citando poi anche l'odierno Vangelo di Luca non chiede di "discutere di politica ma - insiste - di pregare". C'è poi chi afferma che la "politica è sporca". Ma Paolo VI, sottolinea, riteneva che fosse "la forma più alta della carità". "Può essere sporca come può essere sporca ognuna delle professioni, ognuna… - continua il Pontefice - Siamo noi a sporcare una cosa ma non è la cosa in sé che è sporca. Credo che noi dobbiamo convertirci e pregare per i politici di tutti i colori, tutti!". Poi un inusuale appello programmatico. Nel corso dell'udienza ai dirigenti e dipendenti del Gruppo Ferrovie dello Stato, Francesco sottolinea: "Voi festeggiate quest'anno il primo decennio dell'Alta Velocità, un'opera pubblica di importanza strategica, che realizza un collegamento essenziale lungo gli assi principali del Paese e ogni giorno offre a migliaia di passeggeri un servizio di notevole qualità. Sono davvero sensazionali i progressi compiuti e le innovazioni introdotte in questo breve arco di tempo, che ha visto l'aumento della rapidità negli spostamenti, l'incremento dei servizi e dei comfort per i passeggeri, un'interazione sempre più forte con i territori e con altri mezzi di trasporto, oltre a un grande sviluppo delle stazioni dell'Alta Velocità". Non sarà la stessa cosa della Tav, ma ultimamente quando si parla di infrastrutture e grandi opere i governi ci lasciano sempre le penne.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • traianus

    16 Settembre 2019 - 14:02

    Invito la redazione a non pubblicare più notizie su questo tizio. Non ne possiamo più della sua ingerenza quotidiana negli affari italiani.

    Report

    Rispondi

  • bibo77054

    16 Settembre 2019 - 13:01

    Purtroppo non credo a quanto ha detto ma soprattutto dopo le giravolte fatte. Questo è un papa uguali ai politici, vado e prendo la strada più consona al bisogno personale o di interesse.

    Report

    Rispondi

  • agakhan

    16 Settembre 2019 - 13:01

    Ratzinger.... L'ultimo Pontefice.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media