Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Matteo Bassetti a Non è l'arena: "Farmaci sperimentali? L'ultimo decreto e la burocrazia complicano l'accesso"

  • a
  • a
  • a

Neanche l’emergenza coronavirus ferma la burocrazia, anzi la complica. Un classico dell’Italia, che è investita dall’epidemia eppure si complica la vita da sola anche quando la soluzione per migliorarla sembra essere sotto il naso. Parliamo dei farmaci sperimentali, che in alcuni casi stanno dando buoni risultati, pur non essendo ancora riconosciuti ufficialmente. A Non è l’arena è intervenuto sull’argomento Matteo Bassetti, il direttore di malattie infettive dell’ospedale S. Martino di Genova: “I farmaci sperimentali per un virus nuovi sono fondamentali. Purtroppo la burocrazia non ci aiuta in questo momento perché abbiamo tanti malati da curare, ma purtroppo bisogno stare anche ore al pc per mandare mail e ricevere risposte. A Genova abbiamo un team esclusivamente dedicato a questo, ciò significa che dei medici sono distolti dal lavoro di tutti i giorni. L’accesso ai farmaci sperimentali - sottolinea Bassetti - è qualcosa che va semplificato. Invece l’ultimo decreto addirittura complica ulteriormente la situazione: non puoi più avere i farmaci tramite i comitati etici locali, ma devi richiederli all’istituto Spallanzani e al ministero. Quindi adesso sarà ancora più complesso reperire i farmaci sperimentali”. 

Dai blog