Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, errori nel bollettino: "Per il secondo giorno di fila", cosa non torna

  • a
  • a
  • a

Il bollettino del ministero della Salute dovrebbe essere un ottimo strumento per seguire la curva dell’epidemia e tutti i cambiamenti legati ai ricoveri in ospedale ed ai nuovi casi su base regionale, oltre che per tenere il conto dei tamponi effettuati ed analizzati. Il condizionale però è d’obbligo perché ultimamente i dati non sono stati così affidabili: colpa di errori umani, che però non dovrebbero accadere per un documento così delicato, oltre che seguito da milioni di italiani che ancora lo attendono con apprensione. Per il secondo giorno consecutivo ci sono degli errori: un fatto definito assurdo dai più acuti osservatori della rete e che è arrivato anche all’attenzione di Nino Cartabellotta, il presidente di Gimbe che è ritenuto autorevole in materia di Covid. Anche oggi il dato dei guariti del Veneto è sbagliato: per la regione sono 18.399, mentre per il ministero sono mille in più. Non solo, perché c’è un errore anche nel conto dei tamponi: ne sono stati attribuiti 6mila alla Calabria, quando in realtà sul bollettino regionale ne sono stati segnati 1.400. Qualcosa non torna anche sui dati dei ricoveri in Campania: due giorni fa erano 121, ieri 72 e oggi 110. Qualcuno dovrebbe far notare a Roberto Speranza che nel suo ministero ultimamente si compilano i bollettini con una certa superficialità. 

Dai blog