Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Filippo Rossi, ex ideologo di Gianfranco Fini, spara a zero su Salvini e Meloni: "Sovranisti? No, cosa sono"

  • a
  • a
  • a

Alla presentazione del suo nuovo libro Dalla parte di Jekyll, Filippo Rossi- giornalista, politologo di destra e braccio destro di Gianfranco Fini nella parentesi di Futuro e Libertà, va giù pesante contro Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Interpellato da Italia Oggi, Rossi prova a tracciare un concetto di destra italiana totalmente alternativo al sovranismo. "Le contraddizioni della destra si possono raccontare facendo ricorso al caso del Dottor Jekyll e di Mister Hyde, ovvero all'interno di una stessa individualità ci possono essere il buono e il cattivo": questa la tesi del libro del giornalista, che poi aggiunge: "Salvini è la destra come l'ha sognata la sinistra per anni. Un incubo". Rossi chiama dunque ad una ribellione dei partiti della galassia della destra dall'egemonia di Salvini, il quale "più che sovranista è un celodurista totalizzante", per utilizzare un termine in voga negli anni '90 per definire la Lega Nord di Umberto Bossi. Per approfondire leggi anche: Mara Carfagna e il documento dei 24 azzurri contro Matteo Salvini: nel mirino la deriva di Forza Italia Conclude esponendo le motivazioni per cui la destra italiana ha abbracciato Salvini: "C'è un mondo di destra moderata non rappresentato, perché non ha avuto gli anticorpi per resistere all'onda d'urto di populismo ed estremismo". Rossi, inoltre, auspica una destra che dovrebbe essere realista, competente, pensante e che sostenga il libero confronto. A parlare è lo stesso Rossi che lo scorso anno si candidò alla Regione Lazio con Più Europa, a sostegno di Nicola Zingaretti.

Dai blog