Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Open Arms, Alessandra Sciurba attacca Matteo Salvini: "La fuga di chi teme i processi"

  • a
  • a
  • a

Il "no" della giunta per le immunità parlamentari sul caso Open Arms ha infiammato le ong. Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona per aver tenuto in mare 164 migranti, ha passato il primo step, alimentando l'indignazione di Mediterranea. "Dai processi scappa chi ha paura e questa è l'ennesima fuga, un regalo a chi cerca l'impunità perché sa di avere violato i principi fondativi della nostra costituzione e del diritto internazionale che è superiore ad ogni decreto",  ha subito tuonato all'Adnkronos Alessandra Sciurba.

 

 

Ma l'invettiva della paladina dei migranti non finisce qui, perché si lascia anche andare anche a una premonizione: "Saranno presto altre corti a giudicare i crimini contro l'umanità commessi nel Mediterraneo e rispetto ai quali l'ex ministro degli interni non sarà allora l'unico chiamato a rispondere - dice ancora Sciurba forse facendo riferimento anche a chi era al governo con il leader del Carroccio la scorsa estate (Giuseppe Conte e compagni) -. Forse anche per questo altre forze politiche dimostrano tanta solidarietà nei suoi confronti?".

E ancora, dimenticando che sono le organizzazioni non governative ad alimentare il brutale traffico di vite umane: "Il tribunale della storia, quello sicuramente, giudicherà chi ha riempito il Mediterraneo di dolore, violenza e morte per decine di migliaia di persone, muovendo un'assurda guerra alle navi della società civile che invece le vite le salvano e il diritto lo rispettano". Nulla di nuovo, dunque.

Dai blog