Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Claudio Borghi: "Bagnai girò a Salvini e Di Maio la sintesi del Mes. E Matteo disse 'non firmiamo un caz***'"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Claudio Borghi inchioda in diretta a Omnibus su La7 il premier Giuseppe Conte: "Alberto Bagnai girò a Matteo Salvini e a Luigi Di Maio una sintesi del trattato del Mes. E da qui la risposta di Matteo: 'non firmiamo un cazzo'". Il leghista svela i retroscena della riunione di giugno a Palazzo Chigi sul Mes: "A Bagnai fu mostrato da Giuseppe Conte il testo in inglese del nuovo Mes che lui capì molto velocemente. Inviò subito un messaggio WhatsApp di commento e sintesi, con illustrate tutte le criticità" a quelli che allora erano i due vicepremier. Il famoso "Non firmiamo un ca***" di Salvini "si tradusse in politichese nella risoluzione congiunta del 19 giugno Molinari/D'Uva che esortava il governo a non effettuare modifiche". Leggi anche: "Sapevamo tutto del Mes e adesso decidiamo noi". Di Maio risponde a Conte: parola fine sul governo

Dai blog