Cerca

La chat su WhatsApp

Claudio Borghi: "Bagnai girò a Salvini e Di Maio la sintesi del Mes. E Matteo disse 'non firmiamo un caz***'"

3 Dicembre 2019

1
Claudio Borghi: "Bagnai girò a Salvini e Di Maio la sintesi del Mes. E Matteo disse 'non firmiamo un ca***'"

Claudio Borghi inchioda in diretta a Omnibus su La7 il premier Giuseppe Conte: "Alberto Bagnai girò a Matteo Salvini e a Luigi Di Maio una sintesi del trattato del Mes. E da qui la risposta di Matteo: 'non firmiamo un cazzo'". Il leghista svela i retroscena della riunione di giugno a Palazzo Chigi sul Mes: "A Bagnai fu mostrato da Giuseppe Conte il testo in inglese del nuovo Mes che lui capì molto velocemente. Inviò subito un messaggio WhatsApp di commento e sintesi, con illustrate tutte le criticità" a quelli che allora erano i due vicepremier. Il famoso "Non firmiamo un ca***" di Salvini "si tradusse in politichese nella risoluzione congiunta del 19 giugno Molinari/D'Uva che esortava il governo a non effettuare modifiche".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • chimangio

    03 Dicembre 2019 - 14:24

    Chiedete a Conte cosa non ha capito o cosa non fosse chiaro di quella risoluzione prima di continuare a contare balle agli italiani!

    Report

    Rispondi

Liliana Segre, a Milano la marcia di solidarietà dei sindaci: "L'odio non ha futuro"

Matteo Salvini, messaggio ai giallorossi: "Il mio obiettivo è tornare al governo"
Zingaretti, l'amara ammissione sulla verifica di governo: "Dobbiamo ridare la fiducia agli italiani"
Mes, Giuseppe Conte: "Non temo il confronto con il Parlamento"

media