Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, l'avvocato Coppi: "Franco? Un galantuomo, ma una sentenza come quella non mi era mai capitata"

  • a
  • a
  • a

“Sono sempre stato sorpreso da quella sentenza. Una decisione che andava contro la giurisprudenza”. Anche l’avvocato Franco Coppi, uno dei difensori di Silvio Berlusconi, commenta all’Ansa le registrazioni audio riguardanti l’ex premier e Amedeo Franco (morto a maggio 2019), relatore in Cassazione che chiese l’assoluzione del leader di Fi nel 2013. Invece Berlusconi fu condannato per frode fiscale nell’ambito del processo Mediaset: il magistrato all’epoca definì il processo un “plotone d’esecuzione”, sostenendo che quella vicenda “sia stata guidata dall’alto”. “Franco è sempre stato considerato come un giudice preparato e un galantuomo - ha aggiunto Coppi all’Ansa - è evidente che si sia trovato in minoranza in camera di consiglio, dove non ci fu neanche discussione, a sentire lo stesso relatore. Non va sottovalutato che in calce a quella decisione c’era la firma di tutti i giudici”. Cos’ha spinto Franco a raccontare tutto allo stesso Berlusconi? “Questo non lo so - risponde l’avvocato - una cosa è certa: una cosa del genere nella mia carriera non mi era mai capitata”. 

 

 

Dai blog