Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Storie italiane, Riccardo Fogli in auto-isolamento: “Ho paura di avere il Coronavirus, mi manca la mia famiglia”

 Riccardo Fogli a Storie Italiane

Francesco Fredella
  • a
  • a
  • a

Ora Riccardo Fogli, tornato dalla Russia, è in auto-isolamento. Anche lui si trova in quarantena come tutta l’Italia. Ma l’ex Pooh è lontano dai suoi cari per precauzione, avendo paura di aver contratto il Coronavirus. Fogli manda un messaggio al Paese intervenendo in diretta con Eleonora Daniele e il suo Storie italiane (che tra l’altro ha come sigla proprio un suo brano). “Arrivo da 7 concerti in Russia in 8 giorni – racconta Fogli – devo dire che è stata una delle esperienze più belle, non si è sentita la situazione italiana. Io tramite un interprete ho dovuto dire che dovevo stare lontano dai fan. Ho fatto capire come mai dovevo comportarmi così. La cosa bella è che i russi e gli italiani sono fratelli e me lo continuavano a dire 'noi tutti italiani', momenti di grande emozione quando sei fuori dalla tua nazione e capisci che la tua nazione è amata”. 

“Mia moglie e i miei figli mi mancano da morire ma l’idea di poter aver contratto il coronavirus nei miei viaggi mi blocca dall’incontrarli. Loro stanno attualmente vicino a Roma, a Villalba. Io qui in casa faccio tanti lavoretti, le sento venti volte al giorno”, racconta Fogli. Poi lancia l’appello a tutti: “Restate a casa”. Ma ricorda anche quello che la nazionale cantanti sta facendo in questi momenti. “Noi della nazionale cantanti siamo vicini all’ospedale di Niguarda di Milano - precisa Fogli abbiamo aperto una raccolta solidale per i reparti di rianimazione. Il numero è 45527 attraverso cui si possono donare due euro, si può salvare la vita di qualche amico milanese, io ho vissuto 20 anni a Milano quando ero sposato con Viola Valentino”. 

Dai blog