Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pomeriggio 5, parla il presidente dei veterinari: "Come disinfettare le zampe", polemiche smontate

Francesco Fredella
  • a
  • a
  • a

Pulire o non pulire le zampe dei nostri amici pelosi? Come farlo, e soprattutto, con quale sostanza? Qualche giorno fa a Pomeriggio 5 il veterinario Enrico Zibellini aveva detto di utilizzare la candeggina per la disinfezione delle zampe. Adesso ci pensa Marco Melosi - presidente dell'Associazione Nazionale dei Medici Veterinari Italiani ANMV - a mettere le cose in chiaro in collegamento con Pomeriggio 5. E così, una volta per tutti, frena ogni tipo di polemiche che si è sollevata sui social negli ultimi giorni.

“Il collega faceva riferimento a una diluizione della candeggina. Il messaggio che voleva portare ai proprietari degli animali è che il cloro è molto attivo nei confronti del virus", racconta Melosi riferendosi alle affermazioni di Zibellini. “Ovviamente, il cloro è una sostanza irritante e deve essere utilizzata a particolari diluizioni. Ad esempio, sui polpastrelli dei cani si possono impiegare prodotti come Amuchina spray, che ha una concentrazione dello 0,05%. Questo vorrebbe dire che due cucchiaini di candeggina in un litro di acqua danno la stessa concentrazione di cloro presente nell'Amuchina", continua il medico veterinario.  

Intanto, Zibellini - in un lungo post sui social - ha chiarito: “Riconosco che ciò che è stato detto in trasmissione è un messaggio fraintendibile e potenzialmente pericoloso. [...] Ciò che intendo comunicare è che in altre circostanze non ci saremmo preoccupati di lavare con attenzione i nostri animali dopo una passeggiata. Ora l'unica cosa che possiamo fare è usare il buon senso e applicare le norme igieniche comuni”. E Melosi, in definitiva, non dà torto al collega sottolineando che deve essere in una concentrazione molto bassa con soluzione acquosa. "Il suggerimento di utilizzare disinfettanti molto potenti, come clorexidina o candeggina, nasce dalla situazione di emergenza attuale e dalla quarantena che tutti noi stiamo vivendo [...] è stato incauto da parte mia suggerire in modo sbrigativouna formulazione a base di candeggina senza specificarne le dosi", conclude Melosi. Le cosa sono state messe in chiaro. Una volta per tutte. E la polemica sui social è stata del tutto inutile. I “leoni da tastiera” devono usare il buon senso. Ancora una volta.

Dai blog