Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sebastian Vettel e Charles Leclerc ridono dopo le qualifiche: la resa della Ferrari

  • a
  • a
  • a

Il fine settimana del Gran Premio del Belgio non preannuncia nulla di buono per la Ferrari, che nelle qualifiche ha dovuto subire un’umiliazione storica: sia Charles Leclerc che Sebastian Vettel non sono riusciti ad andare oltre il Q2, piazzandosi rispettivamente in tredicesima e quattordicesima posizione. Un anno fa su questo circuito le Rosse partivano in prima fila, stavolta lo faranno dalla settima: la conferma di una macchina che non è neanche lontanamente competitiva, ma che anzi deve fare affidamento alla bravura dei piloti per non chiudere nelle ultimissime posizioni.

Ovviamente la Ferrari spera che in gara possa accadere qualcosa di buono, ma per i miracoli Leclerc e Vettel non sono attrezzati. Tra l’altro i due sono finiti al centro delle polemiche per essere stati beccati mentre ridevano al termine delle qualifiche: sbagliato prendersela con loro, molto probabilmente quelli erano sorrisi di frustrazione che significavano “più di così, noi proprio non possiamo fare”. Intanto da Mattia Binotto arrivano le solite dichiarazioni di routine: “Situazione difficile, non siamo contenti. C’è qualcosa che ci sta sfuggendo in questo weekend, spero che i tecnici lo capiranno. Serve pazienza, stiamo costruendo per il futuro e concentrati sul 2021 e 2022”. Ma intanto questa stagione è una disfatta senza precedenti. 

 

 

Dai blog