Cerca

I leader a confronto

Euro vicino al crac
Supervertice a sorpresa

Monti, Merkel, Hollande e Cameron: videoconferenza prima di Camp David

Il Fmi alla Bce: "Servono misure non convenzionali". Il premier britannico: "Nessuno è immune se crolla la Grecia"
Angela Merkel e Mario Monti

Supervertice in videoconferenza sulla crisi dell'euro

Una videoconferenza per discutere del futuro della moneta unica. Dietro alle webcam l'intellighenzia e il potere europeo: il premier italiano Mario Monti, il presidente francese Francois Hollande, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il premier britannico David Cameron e il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy. La notizia è stata confermata fonti europee, secondo le quali i leader disquisiranno sulle principali questioni economiche dell'agenda economica alla luce degli ultimi sviluppi della crisi greca.

"Già programmata" - "La videoconferenza tra i leader europei del G8 ed il presidente del Consiglio europeo era prevista già da un paio di settimane", hanno spiegato le fonti europee. L'obiettivo è quello di preparare i temi in agenda al vetrice di Camp David di venerdì e sabato. Le stesse fonti hanno poi voluto precisare che la videoconferenza "non ha nulla a che fare con la Grecia": difficile credervi.

Fmi e Cameron - In un contesto sempre più esasperato sono arrivati due appelli. Il primo, quello del Fondo monetario internazionale, che "consiglia" alla Banca centrale europea guidata da Mario Draghi di offrire lo "spazio per un ulteriore allentamento" della politica monentaria e per "altre misure non convenzionai": lo ha detto il portavoce dell'Eurotower, David Hawley. Quindi, prima della videoconferenza, le parole di David Cameron: "O l'area euro si rinsalda oppure rischia una frattura". Il premier ha aggiunto che "se l'area euro vuole continuare ad essere così come è allora deve dotarsi di un firewall adeguato, deve intraprendere i passi che mettano al sicuro i paesi più deboli, oppure - ha concluso - rendersi conto che deve procedere in una direzione diversa". Cameron ha aggiunto che "nessuno potrà essere immune nel caso di un'eventuale uscita di Atene dall'euro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gian60

    18 Maggio 2012 - 10:10

    Tirate il collo alle gente, forza, ancora di più!! Correte dietro i vostri iperbolici tecnicismi finanziari! I popoli sono VERI, siete voi che siete terrificantemente impalpabili. E' ora di tornare al semplice 2 + 2 non al ax^2 + bx + c. Non vi accorgete che vi state inutilmente dimenando come i vermi nelle carogne?

    Report

    Rispondi

  • capitombolo

    17 Maggio 2012 - 23:11

    una manica d'imbecilli degni rappresentanti della manica d'imbecilli che per decenni si e' volontariamente fatta prevaricare e derubare e che gli ha riconosciuto tutto questo potere alimentando e foraggiando il loro sistema andando a votare.

    Report

    Rispondi

  • Libero Di Rino (LDR)

    17 Maggio 2012 - 23:11

    Uscendo dall'euro ci rimetteranno le banche e i signori ricchi che stanno decidendo le sorti dell'Italia che con la salvezza dell'euro salvano i loro capitali e i loro interessi!MORTADELLA DICEVA "VOGLIAMO L'EURO FORTE" E HA PORTATO I POVERI ITALIANI VERSO LA MISERIA!

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    17 Maggio 2012 - 22:10

    Di chi ? Di monti che va al governo e chiede ai cittadini dove tagliare ? ma stò demente lo vede lo spreco pubblico o cosa ? Cominciamo dalla Quirinale , dal finanziamento ai partiti , diminuzione delle auto blu , sprechi pubblici ecc.ecc.ecc. e per fortuna arriva dalla Bocconi. Se è andtao al CEPU è già tanto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog