Cerca

Arrestato il killer

Ventiduenne volontaria massacrata da un immigrato

Ventiduenne volontaria massacrata da un immigrato

Sangue in Svezia. Una donna, operatrice di un centro profughi, è stata accoltellata brutalmente da un immigrato 15enne che viveva nella struttura. Tutto è accaduto nella cittadina svedese di Molndal dove la 22enne Alexandra Mezher ha perso la vita in seguito ad alcune bravissime ferite da arma da taglio. Il ricovero in ospedale non è servito a nulla: è deceduta pochi minuti dopo. Il killer è stato immediatamente arrestato e accusato di omicidio volontario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • riccio5450

    riccio5450

    26 Gennaio 2016 - 13:01

    E meno male k è successo in Svezia e l'omicida è già in galera. Da noi sarebbe già sotto l'ala protrettrice di qualk avvocato boldriniano e cmq sarebbe colpa dell'avvenenza della vittima. Leggete il sito: t"utti i crimini degli immigrati" e vi renderete conto com'è ridotta sta italietta: stupri, rapine, violenze quotidiane ma tant'è Renzino-bravino ha derubricato questi reati.

    Report

    Rispondi

blog