Cerca

Aria di rottura

Obama, in crisi il matrimonio con Michelle

L'autoscatto con la premier danese ha scatenato l'ira della First Lady che adesso starebbe  pensando al divorzio da Barack...

La foto che ha fatto irritare Michelle

La foto che ha fatto irritare Michelle

Esclusiva mondiale: il matrimonio di Obama esplode». A sbattere in copertina la crisi coniugale della Prima Coppia è il National Enquirer, il celebre giornale patinato Usa specializzato negli scandali delle celebrità. Fino a quando, alla fine del 2007, i suoi reporter non esposero con precisione inoppugnabile la love story extraconiugale del senatore democratico John Edwards, inchiesta che stroncò la sua carriera di aspirante presidente e portò al divorzio dalla moglie malata di cancro, gli scoop della rivista potevano anche essere presi sottogamba. Oggi è d’obbligo un certo rispetto per il lavoro dei segugi di quella redazione, anche perché i dettagli della querelle scoppiata in dicembre alla Casa Bianca seguono altri momenti difficili della vita della coppia, a partire dal 2000 quando Obama perse male una elezione locale primaria a Chicago (con un imbarazzante rapporto di un voto su tre) e Michelle, che non lo voleva in politica, si arrabbiò per non essere stata ascoltata. Alcuni libri hanno poi documentato gli «alti e bassi» della relazione, ora al ventiduesimo anno, e ora tocca al gossip. 

«Ne ho abbastanza!», , avrebbe aggredito una furiosa Michelle qualche settimana fa il marito, al rientro a Washington, dopo l’umiliazione subita ai funerali in Sud Africa di Nelson Mandela e repressa nel suo sguardo cupo allo stadio. Barack, di fronte alla platea internazionale delle tv, si era prodotto nel famigerato «flirt digitale» della auto-foto guancia a guancia con Helle Thorning-Schmidt, la bella bionda primo ministro della Danimarca. I due ridevano come liceali in gita e l’opinione pubblica americana aveva biasimato Obama per il cattivo gusto. Per la moglie è stata un’offesa personalissima, la goccia che ha fatto traboccare il vaso. L’esperta di linguaggio del corpo Lillian Glass, che ha valutato per conto dell’Enquirer le fotografie di Barack, 52 anni, e della leader danese, 46 anni (il cui marito vive a Davos in Svizzera, ed è «gay o forse bisessuale», secondo il commercialista della coppia), è rimasta choccata dall’atteggiamento del presidente Usa: «È stato estremamente umiliante per la First Lady». 

Secondo le fonti (che l’Enquirer definisce «vicine al duo presidenziale») moglie e marito dormono ora in diverse stanze da letto e  Michelle sta preparandosi a scaricare Barack e seriamente contemplando il divorzio. «Il matrimonio è rovinato. I due avevano avuto un andazzo tormentato per anni, e principalmente sono stati insieme per il bene delle figlie e per la carriera politica», hanno riferito le gole profonde. «Ma adesso Michelle è fuori di sé, si sente presa in giro davanti al mondo e gli urla “non ne posso più”». Non a caso, quando Barack è rientrato nella capitale dopo le vacanze natalizie, la First Lady è rimasta per una settimana in più alle Hawaii. La spiegazione ufficiale dei sette giorni di distacco, fornita dal portavoce della Casa Bianca Jay Carney, è originale, ma regge solo per chi se la vuole bere: «È stato un dono di Barack. Chi ha dei figli  sa che dire alla moglie che può starsene via alcuni giorni in più da casa è veramente un grande regalo». 

L’Enquirer riferisce pure che la coppia pianifica di vivere a 5mila miglia di distanza alla fine del 2016. Il presidente ha deciso che si trasferirà nella nativa Honululu, dove sarà eretta la sua Biblioteca Presidenziale. Michelle, invece, ha intenzione di rimanere a Washington, DC, fino  a quando la più giovane delle due figlie, Sasha, che ora ha 12anni, non finirà le medie e poi il liceo privato. Malia, 15 anni, è in seconda media superiore. 

È facilmente prevedibile che il prossimo venerdì 17, quando la First Lady compirà 50 anni, al suo party alla Casa Bianca con tanto di Adele e Beyoncé (ma senza cena di gala a carico dei contribuenti, ci saranno solo i dolci: Michelle ha già fatto spendere alla zio Tom qualche milione in più per il prolungato soggiorno alle Hawaii…) tra i due sposi saranno solo sorrisi e baci e belle parole. Ma dopo, a nanna in camere separate.

Glauco Maggi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Baronedel Carretto

    14 Gennaio 2014 - 17:05

    Fa bene Barak a provarci con la bella biondina.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    14 Gennaio 2014 - 16:04

    Le corna non hanno colore, e neppure stato sociale... poi diciamocela tutta, la tentazione purtroppo per Obama é un pericolo continuo, non é che lei sia Naomi Campbell e comunque ha avuto delle precedenti fidanzate bianche, quindi democraticamente non gli interessano altro che le affinità.. elettive!!!

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    14 Gennaio 2014 - 14:02

    Ennesima gaffe in salsa obamiana. E che dire dei compagni italiani ipocriti che ora dicono tutti "E allora? Lasciamolo in pace è la sua vita privata" ma che per anno ci hanno scassato con le vicende Ruby e del Bunga bunga di Berlusconi. Come vedete tutti gli uomini sono così. Ma i comunisti di più.

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    14 Gennaio 2014 - 14:02

    Questi Obama sono veramente un disastro. Lui è diventato il presidente della più potente nazione del pianeta, nel giro di qualche anno, questo sciocco, ha distrutto la credibilità USA sia all’interno e soprattutto all’estero, un presidente squallido. Conseguentemente anche la sua vita famigliare non poteva che approdare al fallimento. Michelle, la capricciosa, si è sempre comportata come fosse una miss mondo, ma quelle belle sono molto ma molto diverse. Strano ma alla Casa Bianca hanno eliminato gli specchi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog