Cerca

Povero Gianfranco

Funari, la tomba abbandonata:
La vedova: "Non ho i soldi..."

A cinque anni dalla scomparsa, il loculo del volto tv in stato di totale degrado

Tomba di Gianfranco Funari (Oggi.it)

Tomba di Gianfranco Funari (Oggi.it)

Una tomba abbandonata, come tante se ne vedono nei cimiteri italiani. Alcune foto arrangiate, attaccate con qualche giro di scotch un po' raggrinzito, un piccolo lumino, un vaso di fiori finti e una scritta a penna. Anche a osservarla da lontano, lo stato di abbandono è evidente. E se poi si legge che la tomba così trascurata, al cimitero monumentale di Milano, è quella di Gianfranco Funari, il conduttore televisivo scomparso il 12 luglio 2008. Nessuno poteva immaginarsi che in quel loculo abbandonato fosse sepolto proprio lui. La foto è tratta da un video eclusivo di Oggi.it: a cinque anni dalla scomparsa del noto volto televisivo italiano il suo loculo è in stato di abbandono. Insieme ai documenti che mostrano lo stato di degrado, una video-intervista ritrae lo sfogo di un visitatore che accusa la vedova di aver abbandonato la tomba del marito: "Moglie, vergognati!". Ma la donna, dal canto suo, si difende, sostenendo di non aver affatto trascurato la tomba del marito, ma semmai di essere in attesa che si risolva la questione dell'eredità con la figlia dell'ex condutttore, sostenendo di non avere disponibilità economica per sistemare il loculo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • puccetta

    13 Novembre 2013 - 15:03

    Oggi ciò che costa di più è il loculo (che mi pare qui non sia in questione visto che il defunto vi è già dentro). La foto? Se proprio non puoi farla fare su ceramica e con rifiniture in marmo (come si vedono di solito), la si può inserire in un supporto in plastica trasparente che sembra vetro (almeno la riparerà dalle intemperie e non sarà il marmo ma sembra vetro. Le scritte? Beh se uno vuol mettere anche solo nome e cognome in metallo apposito si comprano le lettere e si fanno attaccare (pochissima spesa). Diciamo che in tutto dai 150 ai 250 euro (se ci si impegna cercando in giro, perciò per me la moglie (al di là del testamento) è semplicemente una a cui non frega nulla di quella tomba. Fatti suoi intendiamoci, ma una che aspetta che finisca la lotta sul testamento per mantenere dignitosamente la tomba del proprio marito o compagno defunto non merita un centesimo. (Non lavoro per le pompe funebri ma purtroppo recentemente per un parente mi sono dovuta interessare).

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    13 Novembre 2013 - 12:12

    ***Oggi sicuramente non sapresti più da che parte sparalle! Avresti avuto sempre la bisaccia strapiena de cartucce pe' dijene quattro a 'sta "kanaglia" che sono TUTTI li politici. Ricordo sempre quanno 'na sera in una delle tue trasmissioni dicesti. "A regà, da stasera ho deciso, nun dico più parolacce. Se parlava der 5 x mille der topo roditore tanto "Amato" e subito dopo, giù bestemmie". E poi ce tenevi sempre a dì: "mi Zio me diceva sempre, a nì guardate sempre da li fascisti che so carogne ma, soprattutto guardate dai kommunisti che so molto peggio". Eri unico e la sapevi cantare a tutti i ladri di korte. Per la tua Tomba, che dire! Forse sarà perché tu sei nato in via dei Fiori Chiari a Ripetta che non te li porta nessuno. Comunque sia, come dicevi sempre tu: "finarmente ho smesso de fumà". Tanta gente, parlanno de te, te ricorda con nostalgia e te vole bene, come io. Salutame l'ardilà! Aspettace, che prima o poi arrivamo tutti.*

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    13 Novembre 2013 - 08:08

    ...gloria mundi. Non che al povero Funari possa importare gran che, penso. @federico28: ma perché vuol far finire "le lucrose attività di pompe funebri e fiorai"? Mi sembrano attività come qualsiasi altra...

    Report

    Rispondi

  • federico28

    12 Novembre 2013 - 22:10

    Anche per questo sarebbe giusto imporre la cremazione con successiva dispersione delle ceneri o, a richiesta, conservazione in casa dell'urna.Finirebbero così anche le lucrose attività di pompe funebri e di fiorai.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog