Cerca

Burocrazia assassina

La moglie lo aiuta in negozio: pizzaiolo multato per 2mila euro si toglie la vita

Tragedia a Casalnuovo, in provincia di Napoli. L'uomo temeva che gli chiudessero il negozio

Aveva paura che se non avesse pagato subito quella multa, gli avrebbero chiuso il negozio. Ma era anche arrabbiato, per quella multa da duemila euro. E così ieri mattina il 43enne Eduardo De Falco, che tutti conoscevano a Casalnuovo in provincia di Napoli come il pizzaiolo Eddy, è salito in  auto come tutte le mattine. ha messo in moto ma non è uscito dal box per andare al lavoro. E' rimasto lì, ad aspirare i gas di scarico, finchè ha perso i sensi. Quando lo hanno trovato, non c'era più nulla da fare. La "colpa" di Eddy, la ragione di quella multa da duemila euro ricevuta dagli ispettori del lavoro, era quella di aver fatto lavorare la moglie nella sua pizzeria "Speedy pizza" senza un regolare contratto d'assunzione. Lei gli dava una mano nelle ore di maggior afflusso a servire i clienti. Ma nell'Italia che tollera che migliaia e migliaia di lavoratori cinesi lavorino ammassati in capannoni fuorilegge finchè un incendio fa scoppiare il bubbone, questo non si può fare. E' contro la legge. E allora, multa. Eddy si è stancato di vivere in un paese così.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sfeno

    15 Marzo 2014 - 01:01

    quei finanzieri meritano l'oscar della malafede

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    09 Marzo 2014 - 18:06

    A parte il dolore e l'amarezza di quello che è accaduto,io mi chiedo ?: ma perchè una moglie non può aiutare un marito a svolgere la propria attività...? Perchè un marito deve assumere la moglie che gli dà una mano...?altre persone nò !! ma la moglie..? trovo una cosa ridicola.

    Report

    Rispondi

  • deva.cassandra

    03 Marzo 2014 - 07:07

    Seguendo la serie il camorrista, ho visto con quanto ardore la gente incominciò a manifestare contro la camorra. Ebbene faccio un appello perché tutti noi manifestiamo con lo stesso ardore una camorra legalizzata che si chiama stato, e di cui siamo tutte sue vittime. Perché cambia solo il nome, ma il sistema è lo stesso, sono dei ladri, strozzini,ed assassini autorizzati. In questo caso li farei arrestare per induzione al suicidio

    Report

    Rispondi

  • deva.cassandra

    03 Marzo 2014 - 07:07

    Seguendo la serie il camorrista, ho visto con quanto ardore la gente incominciò a manifestare contro la camorra. Ebbene faccio un appello perché tutti noi manifestiamo con lo stesso ardore una camorra legalizzata che si chiama stato, e di cui siamo tutte sue vittime. Perché cambia solo il nome, ma il sistema è lo stesso, sono dei ladri, strozzini,ed assassini autorizzati. In questo caso li farei arrestare per induzione al suicidio

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog